In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
travesio

Mangia un'erba velenosa e muore, la Procura dispone nuovi accertamenti per chiarire le cause del decesso

Il magistrato ora deve decidere se disporre l’autopsia sul corpo del 62enne. L’esperto: «Io stesso ho rischiato scambiando il fiore di colchico per zafferano»

Guglielmo Zisa
2 minuti di lettura

TRAVESIO. La Procura vuole fare chiarezza sulla morte di Valerio Pinzana, per il quale sembrano essere state fatali le conseguenze dell’ingestione di colchico, scambiato per aglio orsino. La strada più probabile per chiarire le cause della morte del 62enne – il cui caso è finito sulla scrivania del pubblico ministero Carmelo Barbaro – è l’autopsia: il pm potrebbe decidere di disporla già nelle prossime ore, come già accaduto in casi simili avvenuti in passato.

Nel frattempo, però, la tragedia ha riportato l’attenzione sui rischi che si possono correre raccogliendo erbe selvatiche, nonostante si possa esserne dei profondi conoscitori come nel caso dello sfortunato cittadino travesiano. A lanciare un avvertimento agli amanti dell’aglio orsino è Ermanno Furlanis, pizzaiolo, giornalista e fra gli autori del blog “Forte & Chiaro”: «La tragica notizia della morte di Valerio Pinzana mi ha molto colpito essendo io appassionato di quest’erba e avendo a mia volta rischiato molto quella volta che scambiai il fiore del colchico con quello dello zafferano» spiega il professionista udinese. «Questo caso – prosegue Furlanis – ci deve mettere ancora una volta in guardia su questa affascinante disciplina della raccolta delle erbe e dei funghi. È una disciplina antica, atavica, che molti di noi di una certa età hanno infissa bene nel Dna ma che spesso ci prende la mano. È così che tendiamo a raccogliere molto anche con superficialità. Se per i funghi questo avviene meno in quanto la paura dei funghi velenosi è antica e ancestrale almeno come la tradizione stessa di raccoglierli, per le erbe questo non vale. Si tende a pensare alle erbe come a qualcosa che può fare solo bene. Esistono purtroppo delle eccezioni anche se sono pochissime. Questo caso è di una sfortuna veramente limite».

«Aglio orsino e colchico sono tutte e due della famiglia delle liliacee, cui appartiene anche il bellissimo e profumatissimo mughetto. Anche se i fiori delle tre piante sono molto differenti, e nel caso del mughetto hanno un profumo che rincuora e commuove, le foglie, al contrario, sono estremamente somiglianti. Le foglie dell’aglio orsino però hanno un fantastico aroma di aglio, più delicato dei bulbi dell’aglio normale e ne fanno una vera e propria delicatezza gastronomica per veri intenditori. Le foglie delle altre due piante non hanno al contrario nessun odore. Come è possibile quindi che il povero Valerio, raccoglitore esperto, sia potuto incappare in una simile confusione? Possiamo fare soltanto delle ipotesi ovviamente». La più plausibile, avanzata da Furlanis è che Pinzana abbia fatto una raccolta “in massa”. «Rispettate la natura, osservatela e non stancatevi mai di studiarla. Le insidie in ogni caso sono sempre in agguato: nuovi incidenti che potrebbero averci come involontarie cavie sono sempre dietro l’angolo. State molto attenti» è l’ammonimento dell’esperto. —


 

I commenti dei lettori