Contenuto riservato agli abbonati

Si torna a scuola, a Pordenone anche gli stage col lavoro si terranno in presenza

PORDENONE. Rientro in classe per 19 mila studenti nelle 40 scuole secondarie di primo e secondo grado in Friuli Occidentale: i dirigenti sono in prima linea.

«Siamo pronti per organizzare il rientro di 1.600 studenti a turno con il 50 per cento delle lezioni in aula e l’altra metà online – Laura Borin dirige l’Itis Kennedy –. Grande attenzione per le quinte classi in vista dell’esame di Stato e abbiamo organizzato in presenza anche gli stage di alternanza scuola/lavoro nelle aziende, in giugno».

La scuola riparte e non lascia indietro nessuno anche se è diversa al tempo del Covid: didattica mista nelle superiori e al cento per cento in presenza nelle aule delle secondarie di primo grado per le classi seconde e terze.

«Un grande traguardo – dice Nadia Poletto dirigente del comprensivo a Sacile –. Le famiglie, i docenti e la comunità chiedono da molte settimane il rientro a scuola per tutti gli alunni. Ci sarà un saluto speciale la mattina del rientro: in ogni classe a distanza di sicurezza anti Covid».

Nel grande comprensivo liventino con undici plessi rientreranno 15 classi. «Sotto controllo anche i casi di positività al Covid – ha aggiunto Poletto –: al momento sono tre alunni. Le misure di prevenzione e anti assembramento sono applicate da settembre e le scuole sono sicure».

Nelle superiori il conto alla rovescia è scattato: al liceo Grigoletti a Pordenone si ripristina l’orario al 50 per cento delle lezioni in presenza a turno, per 1. 600 studenti.

«Siamo contenti del rientro – la dirigente Ornella Varin fa il punto –: tanti studenti sono stanchi delle lezioni a distanza online. Il nostro obiettivo è quello di tornare alle lezioni in presenza al cento per cento».

Lavori in corso anche all’Isis Sacile-Brugnera per programmare il rientro. «Felici di riprendere le lezioni in presenza – si associa la dirigente Simonetta Polmonari – e massima attenzione per gli studenti delle prime classi e quinte. Speriamo di aumentare al 75 per cento le lezioni in aula, nel breve periodo».

All’Isis Sacile-Brugnera le quarantene sono quattro: tre studenti e un’amministrativa.

«All’Isis Zanussi le lezioni laboratoriali non si sono mai fermate in zona rossa – dice il dirigente Giovanni Dalla Torre – e siamo contenti di aumentare le presenze in aula. La raccomandazione a 700 studenti e famiglie è quella di non abbassare la guardia nella prevenzione: abbiamo tre ragazzi in quarantena», conclude. —

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi