Contenuto riservato agli abbonati

La campagna vaccini in Friuli Venezia Giulia? A che punto siamo in regione: settimi nella classifica nazionale

L’analisi di Gimbe sulla popolazione che ha ricevuto le due dosi (dodicesimi per il ciclo ai soli over 80)

UDINE. Il Friuli Venezia Giulia rimane tra le regioni che marciano più spedite nelle vaccinazioni: lo dice uno studio della Fondazione Gimbe che, con i dati aggiornati al 7 aprile, ci colloca al settimo posto in Italia per quanto riguarda la percentuale di popolazione che ha completato il ciclo vaccinale.

✉ Coronavirus, iscriviti alla nostra newsletter settimanale: è gratuita

In Fvg ha infatti ricevuto due dosi il 6,9 per cento dei cittadini. Hanno fatto meglio soltanto Piemonte (7,7%), Provincia autonoma di Bolzano (7,6%), Molise (7,6%), Liguria (7,2%), Emilia Romagna (7,1%) e Marche (7,0%). La media italiana è inferiore a quella del Fvg: è pari al 6% e corrisponde a 3.593.223 persone. Gimbe fa notare come ci siano notevoli differenze tra le regioni. Basti pensare che i territori in coda (Campania e Sardegna) sono fermi al 4,7%. I ritardi sono particolarmente gravi perché in questo caso si tratta di persone a rischio, soprattutto gli anziani.

PER APPROFONDIRE. “Ho avuto il Covid, mi posso vaccinare?”. Positivi al virus e poi guariti, ecco chi, quando e quale dose può richiedere

«Il ritmo della campagna vaccinale – sottolinea il presidente di Gimbe, Nino Cartabellotta – è ancora lontano dagli obiettivi fissati per aprile dal piano Figliuolo. Il caso AstraZeneca rischia di determinare ulteriori rallentamenti, la copertura vaccinale di anziani è ancora insufficiente e quella dei soggetti fragili non nota. Infine, nel piano delle riaperture è fondamentale tenere conto che non sono stati attuati interventi strutturali né a livello sanitario (potenziamento testing e tracing), né a livello di sistema (mezzi di trasporto, aerazione di scuole e locali pubblici, etc).

In questo scenario, spettano al Governo Draghi ardue scelte politiche per contemperare il diritto alla salute con gli altri diritti e le libertà tutelati dalla Costituzione al fine di consentire il rilancio delle attività economiche e la ripresa del Paese».

L'ESPERTO.AstraZeneca, perché si parla di trombosi? Le donne rischiano di più? Le risposte dell'esperto: "Non spaventiamo la popolazione"

Per quanto riguarda la vaccinazione degli over 80, Gimbe colloca il Fvg un po’ più in basso nella graduatoria italiana, ossia al dodicesimo posto. Nella nostra regione ha infatti ricevuto la doppia dose il 37,7 per cento del totale della popolazione con più di 80 anni teoricamente vaccinabile, mentre la prima dose è stata ricevuta dal 23 per cento.

La media nazionale è leggermente più bassa di quella del Fvg: degli oltre 4,4 milioni di over 80, 1.627.429 (36,8%) hanno completato il ciclo vaccinale e 1.264.690 (28,6%) hanno ricevuto solo la prima dose.

Video del giorno

Crudeltà e orrore in un macello di Cremona, la video-inchiesta

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi