Licenziato, tenta di aggredire l’addetto alla vigilanza dell’Abs

POZZUOLO. Litiga con uno degli addetti alla sicurezza all’Abs di Pozzuolo e, in seguito a quell’episodio, viene licenziato. Forse con l’obiettivo di affrontare nuovamente il responsabile al varco dell’azienda, lunedì 12 aprile si è ripresentato ai cancelli dello stabilimento, scatenando la propria rabbia contro un altro addetto alla vigilanza. 

Protagonista del tentativo di aggressione un camionista, che ora rischia la denuncia.

L’uomo, al termine di un'accesa discussione, ha tentato di aggredire con un cacciavite un addetto alla vigilanza.

Alcuni dipendenti, nel tentativo di bloccarlo, hanno riportato  ferite superficiali, medicate al pronto soccorso.

Sono accorsi i sanitari del 118, che hanno trasportato il camionista all'ospedale di Udine (codice giallo) e anche i carabinieri della stazione di Rivignano per ricostruire l'accaduto.

Il camionista, una settimana fa, aveva avuto un diverbio con un addetto alla vigilanza dell'Abs, che peraltro nella mattinata del 12 aprile non era in servizio.

L'uomo era stato ripreso dall'addetto alla sicurezza durante le operazioni di carico e scarico e proprio a seguito di quell'episodio era stato licenziato dalla ditta per la quale lavora.

Lunedì 12, poco prima delle 9, il camionista è tornato all'Abs nel tentativo di affrontare nuovamente l'addetto alla vigilanza ritenuto responsabile del suo licenziamento. Ora rischia una denuncia.

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi