A Casa Gandin un centro vaccinale per persone fragili

gonars

Casa Gandin di Gonars si trasforma in centro vaccini per le persone fragili e vulnerabili: saranno un centinaio al giorno le persone che potranno accedere alla vaccinazione in base agli appuntamenti che verranno fissati.


La Casa Gandin è una struttura sociosanitaria, che ospita un Centro diurno integrato a carattere residenziale e un ambulatorio con gli studi di medico, infermiera e fisioterapista di comunità, oltre alla sede dell’associazione Munus, che si occupa dei trasporti in ospedale delle persone che hanno bisogno di visite, terapie o altro. «Ringrazio di cuore per la disponibilità e per aver accolto le nostre richieste il vicepresidente Riccardo Riccardi», rimarca il sindaco di Gonars, Ivan Boemo. «La struttura– spiega– verrà data in concessione a titolo gratuito all’Azienda sanitaria Friuli centrale, mantenendo a nostro carico tutti servizi. Penso sia un bel gesto da parte della comunità di Gonars» .

Boemo spiega inoltre che «Casa Gandin diventerà, provvisoriamente per tutta la durata dell’emergenza Covid, un punto di riferimento per vaccinare le persone fragili e vulnerabili. Abbiamo cercato di far diventare il centro Gandin il punto per i vaccini della Bassa Friulana, ma dopo numerosi incontri con l’Asufc, causa le dimensioni non idonee a contenere oltre mille persone al giorno, abbiamo optato per renderlo funzionale e disponibile ad accogliere le persone più vulnerabili».

«Non posso che essere soddisfatta – sottolinea l’assessore alla sanità, Daniela Savolet –, perché abbiamo messo a disposizione una struttura chiusa da circa un anno a causa della pandemia provocata dal Covid-19, dando un servizio fondamentale per il territorio della Bassa Friulana, in un momento di non facile per tutti». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi