Oltre 600 prenotati per l’ultimo giorno delle vaccinazioni

Pronta adesione dal Medio Friuli all’appello della Regione Il conto delle iniezioni da domenica a oggi sfiora quota 4 mila

CODROIPO

Centinaia di ultraottantenni hanno risposto dal Medio Friuli all’appello del vicegovernatore della Regione, Riccardo Riccardi, prenotandosi al centro vaccinale di Codroipo, dove oggi riceveranno il vaccino Pfizer. C’è posto per un migliaio, ma a metà giornata, ieri, erano già oltre 600 le richieste pervenute. Quella di oggi è la quarta giornata consecutiva dell’hub allestito nel polifunzionale dell’area scolastico-sportiva, messa a disposizione dal Comune. Alla fine della quattro giorni si conteranno poco meno di 4 mila vaccinati fra over 80, persone con gravi vulnerabilità di salute, disabili cui si aggiunge un buon numero di over 70 cui è stata dedicata la giornata di ieri.


Ottemperando dunque in modo puntuale alle disposizioni emanate a livello nazionale dal commissario Figliuolo e del premier Draghi, le autorità sanitarie che presiedono il centro vaccinale massivo di Codroipo somministrano il vaccino agli anziani oltre i 70 anni e agli ultrafragili. Lo staff medico-infermieristico ha lavorato dalle 9 alle 19 ogni giorno, supportato dall’appoggio logistico di Polizia locale, volontari alpini e di Protezione civile che hanno curato il flusso ordinato, dai parcheggi all’accompagnamento nell’interno della struttura fino alle postazioni per la verifica dei documenti, l’anamnesi, la vaccinazione, il riposo. Si moltiplicano anche sui social i ringraziamenti di quanti hanno ricevuto la prima o seconda dose del vaccino anti-virus a Codroipo, assieme ai complimenti per l’ottima accoglienza e l’efficienza organizzativa. Come spiega Massimo Zuliani, responsabile del Dipartimento di prevenzione, che ha coordinato personalmente l’operatività nei quattro appuntamenti, i prenotati si sono presentati con la scheda del consenso informato e anamnesi in genere compilata in modo completo e corretto, per cui si è calcolato che ogni persona sottoposta al vaccino è entrata nella tensostruttura e ne è uscita in media nel giro di 45 minuti, compresi i 15 di osservazione post-iniezione.

Un po’ più di tempo ha richiesto, lunedì – rileva ancora Zuliani –, la selezione degli “ultrafragili”, che hanno diritto a ricevere il vaccino Pfizer indipendentemente dall’età, per verificare chi rientrasse effettivamente in questa categoria: le operazioni sono andate un po’ più a rilento, concludendosi alle 20 anziché alle 19. Di solito le sedute vaccinali sono monofarmaco, ma a Codroipo è stato possibile alternare, quando necessario, i vaccini Pfizer e Astrazeneca a seconda della casistica delle persone che si presentavano. Uno sforzo organizzativo che ha reso orgogliosi quanti hanno lavorato e ha permesso ai vaccinandi, informati e tranquillizzati, di porgere il braccio con serenità e senso di sicurezza. —

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi