Ustioni troppo gravi: muore a due settimane dall’incidente

Patrizia Grimaz, di Mortegliano, era rimasta coinvolta nello scontro in cui aveva già perso la vita un motociclista di Flumignano

UDINE. E’ morta poco prima delle 11 di mercoledì 14 aprile, al Centro Grandi Ustionati Villa Scassi di Genova, dopo due settimane dall’incidente, Patrizia Grimaz, 59 anni, residente a Mortegliano. La donna, lo scorso 1 aprile, era rimasta coinvolta in un gravissimo incidente stradale accaduto a Mortegliano, in cui aveva perso la vita Ermanno Germano, 45 anni, residente a Flumignano. Lo scontro tra la motocicletta condotta da Germano e l’automobile guidata da Patrizia Grimaz era avvenuto lungo la strada provinciale 78, a Mortegliano, all’intersezione tra le vie Talmassons e Cormor.

La Ducati Monster guidata dal quarantaseienne stava sopraggiungendo dal centro di Mortegliano. La donna al volante dell’utilitaria, invece, proveniva da Talmassons e doveva svoltare a sinistra. Germano era stato sbalzato sull’asfalto riportando gravissime ferite, che ne avevano causato la morte. L’impatto era stato molto violento, tanto che l’utilitaria aveva preso fuoco. Il conducente di una betoniera, che stava passando proprio in quel momento, era stato il primo a prestare soccorso. L’uomo aveva utilizzato l’acqua all’interno della cisterna per spegnere le fiamme, che avevano già avvolto l’abitacolo della macchina. La donna aveva riportato ustioni di terzo grado al volto e alle mani. Era stata ricoverata d’urgenza a Udine e in seguito trasferita al Centro Grandi Ustionati di Genova, dove era ricoverata dal 2 aprile. Originaria di Treppo Grande, Patrizia Grimaz si era trasferita da circa un anno a Mortegliano. La sera in cui si è verificato l’incidente stava ultimando il trasloco nella nuova abitazione.

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi