Allo Zanussi quarantena per un’intera classe Numerosi i casi a Sacile

Rientro a scuola con alunni in quarantena a Pordenone e Sacile: il Covid allenta la morsa, ma non se ne va. Il primo bilancio: una classe in quarantena all’Isis Zanussi, sette alunni in isolamento domiciliare all’istituto comprensivo più popolato sul territorio a Sacile, dove le superiori hanno studenti sempre in Dad per quarantene. Altri casi di studenti costretti a rimanere a casa si contano sulle dita di una mano all’Itis Kennedy a Pordenone e le 40 scuole in Friuli occidentale aggiornano tutte le mattine la mappa degli assenti per contagi oppure per contatti con familiari positivi al Covid.

«Monitoriamo la situazione in tempo reale e attualmente sono sette gli alunni in quarantena – sottolinea Nadia Poletto, che dirige il comprensivo a Sacile –. Si tratta di casi diversi: due alunni rientrati dall’estero, un contagio Covid e gli altri in isolamento domiciliare precauzionale per contatto». All’Isis Zanussi una classe quarta professionale è in quarantena: per 17 studenti lezioni on line tutti i giorni e l’isolamento è stato allungato a due settimane nelle nuove “Linee guida regionali”. «La scuola non si ferma – rileva il dirigente Giovanni Dalla Torre –. In genere i contagi avvengono nei nuclei familiari e le aule sono sempre luoghi sicuri, con le massime misure preventive anti-Covid attivate». La didattica a distanza rimane al cento per cento delle lezioni nella quarantena di 14 giorni. «Il senso della responsabilità sociale deve prevalere – Dalla Torre incalza studenti e genitori –. Nel recente passato si sono verificati comportamenti poco prudenti fuori di scuola: non possiamo abbassare la guardia contro il Covid». La preoccupazione è anche sul blocco delle vaccinazioni per insegnanti, bidelli, tecnici, amministrativi. —




© RIPRODUZIONE RISERVATA



Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi