Il paese piange Giancarlo Coassin alpino e calciatore

Cordovado

Addio a Giancarlo Coassin, 81 anni, cordovadese doc, figura molto conosciuta e stimata in paese per qualità umane, trascorsi sportivi e impegno associativo.


Emigrato a Neuchatel in Svizzera nel 1955 come muratore assieme ad altri giovani del paese, si mise in luce per disponibilità e sostegno verso i corregionali friulani fondando nel 1968 una sezione del gruppo alpini Ana che aveva sede a Casa Italia (tuttora aperta) per tenere uniti ideali e valori della tradizione alpina, ma anche, in quegli anni, come punto di riferimento importante per pratiche di emigrazione, permessi di soggiorno e ritrovo per tanti connazionali emigrati per cercare migliori condizioni di vita. «I nostri obiettivi – raccontava Giancarlo – erano ricordare i morti aiutando i vivi con la solidarietà verso i meno fortunati, partiti per lavorare e inviare un po’ di soldi alle famiglie. Si portava la nostra italianità, ma c’era anche riconoscenza per chi ci aveva accolti». La grande passione di Coassin era il calcio: nel 1957 fondò con il fratello Ermenegildo una società sportiva denominata Asi Audax, dove militarono diversi cordovadesi. Raggiunse la prima divisione svizzera indossando le maglie bianconere dell’Udinese, regalate dall’allora presidente Dino Bruseschi. Giocò anche nella Spal Cordovado come difensore. Si distinse per impegno e altruismo nel gruppo Ana locale: per il 50° di fondazione della sezione sfilò con la delegazione di Neuchatel come gruppo ospite d’onore.

Cordoglio a nome della cittadinanza è stato espresso dal sindaco di Cordovado, Lucia Brunettin, che ricorda Giancarlo Coassin per cordialità e gentilezza.

I funerali saranno celebrati alle 16 di domani nel duomo di Cordovado, dove alle 20 di oggi sarà recitato il rosario. —



Video del giorno

Juve-Roma, il labiale di Orsato: ''Sui rigori non si dà vantaggio, se poi li sbagliano non è colpa mia''

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi