Contenuto riservato agli abbonati

Rischia uno scontro in curva e rifiuta l’alcoltest: denunciata

L’attività dei carabinieri per la sicurezza stradale. Due 21enni ai controlli antidroga. Per tutti, passeggeri compresi, anche una multa per gli spostamenti ingiustificati 

sacile

Quando il suv ha affrontato la curva ad alta velocità, rischiando la collisione con la gazzella dell’Arma, i carabinieri hanno intuito che qualcosa non andava. E ne hanno avuto conferma poco dopo, quando sono riusciti a raggiungere l’auto nei pressi della zona industriale. All’interno una 40enne di Meduna di Livenza (Treviso) e un passeggero di 53 anni.


Lui, secondo i carabinieri, non era in condizione di guidare mentre lei, che secondo quanto rilevato dall’Arma emanava un forte odore di alcol, ha rifiutato di sottoporsi all’alcol test. Ai carabinieri dell’aliquota radiomobile di Sacile non è rimasto altro da fare che denunciare la donna, già nota alle forze dell’ordine. Inoltre è stata multata per guida senza patente – al momento del controllo ne era sprovvista – e per velocità eccessiva rispetto alle condizioni della strada in ore notturne. L’episodio, accaduto nella notte tra mercoledì e giovedì, è costato a entrambi anche una multa per violazione del coprifuoco.

Non è l’unico caso di automobilista che si rifiuta di sottoporsi agli accertamenti (e che nel contempo viene sanzionato per spostamenti ingiustificati).

Mercoledì intorno alle 19 in via Donatori di sangue a Roveredo in Piano i carabinieri della stazione di Fontanafredda hanno controllato un 21enne: a insospettirli, delle «manovre evidentemente finalizzate a evitare i militari». Anche lui appariva nelle condizioni di chi ha assunto sostanze stupefacenti.

Si è rifiutato sia di sottoporsi ad accertamenti qualitativi preliminari sia di sottoporsi a esami in ospedale. La patente di guida gli è stata immediatamente ritirata, il veicolo è stato sequestrato. È quindi partito un procedimento penale per rifiuto di sottoporsi agli accertamenti per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti. Inoltre gli è stata contestata una violazione norme anti-contagio, dato che si è spostato senza giustificato motivo.

Medesima denuncia – sempre da parte dei carabinieri della stazione di Fontanafredda – per un 21enne albanese che, alle 19.30 del 1 aprile, è stato sorpreso in via Garibaldi a Roveredo in Piano mentre guidava un’auto di una terza persona con «evidenziando sintomi di chi si è posto alla guida dopo aver assunto sostanze stupefacenti». Circostanza confermata dal giovane che però ha rifiutato ulteriori accertamenti. La patente di guida gli è stata immediatamente ritirata e il veicolo è stato recuperato dal soccorso stradale. Il ragazzo, insieme ai tre passeggeri che si trovavano a bordo del veicolo, è stato sanzionato per violazione delle norme anti-contagio.

Si è invece sottoposto all’alcol test un 46enne che la notte scorsa è stato fermato dai carabinieri di Aviano in via De Zan. È stato trovato con un tasso alcolemico nel sangue di 1,97 g/l. Denunciato per guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche, si è visto sequestrare l’auto e ritirare la patente di guida.

Da mesi le forze dell’ordine sono impegnate nella verifica del rispetto delle normative anti-contagio: un’attività che si aggiunge a quelle già previste nell’ambito della prevenzione e della sicurezza del territorio.

Diverse le situazioni che i militari si sono trovati di fronte: dalla presenza di clienti all’interno di bar, a vere e proprie feste in casa. Senza contare i tanti controlli sulla circolazione o verifiche in seguito a incidenti stradali sulle strade della Destra Tagliamento. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi