Sfreccia in tangenziale a 154 chilometri orari dove il limite è 90: 68 sanzioni in regione, 15 patenti ritirate in Friuli

UDINE. Anche la Polizia stradale del Friuli Venezia Giulia, nella giornata di mercoledì 21 aprile ha partecipato all’operazione congiunta europea, denominata “Speed marathon”, organizzata da Roadpol european roads Policing network.
 

«Speed Marathon» in Fvg: la stradale multa 68 automobilisti per eccesso di velocità

Roadpol è una rete di cooperazione tra le Polizie stradali, nata sotto l’egida dell’Unione europea, alla quale aderiscono tutti i Paesi membri oltre alla Svizzera, la Serbia, la Turchia ed, in qualità di osservatrice, anche la Polizia dell’Emirato di Dubai (Emirati Arabi Uniti).

L’obiettivo della maratona contro gli eccessi di velocità è quello di incrementare i livelli di sicurezza sulle strade e ridurre il numero delle vittime di incidenti stradali.

E’ però egualmente fondamentale accrescere i livelli di consapevolezza sull’importanza del rispetto delle regole alla guida delle nostre autovetture.

Nessun verbale e nessuna sanzione sono in grado di modificare comportamenti radicati se non supportati da campagne di comunicazione e di prevenzione che mirino a modificare modelli comportamentali e culturali chiaramente inadeguati.

Mercoledì quindi è stata una giornata di controlli a tappeto che hanno visto impegnate le pattuglie della Polizia stradale su tutte le strade e le autostrade della nostra regione.

Tutti i dispositivi di controllo della velocità sono stati messi in campo: gli autovelox per il rilevamento a distanza dell’eccesso di velocità, il telelaser, utile per il controllo sul posto del trasgressore ed, infine, il “Provida”, dispositivo collocato su veicoli di serie della Polizia stradale, per il controllo e la repressione dell’eccesso di velocità in modalità “inseguimento”.

Non è mancata la giusta attenzione per gli autisti dei mezzi pesanti; ben 15 sono state le violazioni accertate a carico di questi conducenti tramite la scatola nera del camion: il cronotachigrafo.

L’iniziativa si colloca nell’ambito delle azioni di sensibilizzazione, in adesione al Piano d’azione europeo 2021-2030, con l’obiettivo di dimezzare il numero di decessi da incidenti stradali e diminuire il numero dei feriti gravi in tutta Europa .

Nel corso degli specifici servizi svolti nell’ambito delle quattro province, sono state 64 le sanzioni contestate direttamente su strada, mentre sono stati 228 i fotogrammi impressi con l’autovelox, le cui sanzioni verranno successivamente notificate ai trasgressori.
 

I controlli hanno avuto luogo lungo la Sr56 (Tangenziale sud) e la Ss13 Pontebbana (Tangenziale ovest) nei tratti di Udine, sulla Sp65 in località Fauglis di Gonars, in A4 nei pressi dei comuni di Latisana e Palazzolo dello Stella e sulla Sp49 in Comune di Colloredo di Monte Albano.
 

Complessivamente, sono state accertate 162 violazioni del limite di velocità, di cui 147 con superamenti tra i 10 ed i 40 km/h e 15 con superamento di oltre 40 km/h e conseguente ritiro della patente di guida da 1 a 3 mesi.
 

In particolare, con l’utilizzo dell’autovelox sono state contestate lungo l’autostrada A4 117 violazioni di eccesso di velocità, due delle quali con il ritiro della patente di guida per cui nelle prossime settimane gli automobilisti responsabili riceveranno a casa la notifica delle relative infrazioni.Immediate invece le contestazioni con l’utilizzo del telelaser, che in questo caso è stato utilizzato fermando subito i veicoli in violazione.
 

Con questo strumento il personale della Stradale di Udine ha contestato 30 violazioni riguardanti la velocità, delle quali 13 per il superamento di oltre 40 km/h il limite previsto comportante sanzioni da 543 a 2.170 euro con ritiro immediato della patente che verrà sospesa da 1 a 3 mesi.
 

Sempre con il telelaser la Stradale di Palmanova ha contestato 8 violazioni per il superamento del limite di velocità tra i 10 ed i 40 km/h con sanzioni da 173 a 694 euro e decurtazione di 3 punti sulla patente.


Inoltre due violazioni della stessa gravità sono state accertate attraverso il controllo del tachigrafo analogico/digitale presente sui mezzi pesanti (la c.d. “scatola nera” che registra tutti i movimenti dei camion).

La Stradale di Amaro con il Telelaser ha contestato 3 violazioni per il superamento del limite di velocità tra i 10 ed i 40 km/h, mentre altre tre violazioni sono state da loro contestate a seguito di controllo del cronotachigrafo analogico/digitale dei mezzi pesanti.

Nelle maglie dei controlli sono finiti due conducenti che percorrevano la tangenziale di Udine con velocità rispettivamente di 154 e 148 km/h nonostante vi fosse il limite di 90 km/h.
In generale i controlli sono stati rivolti solo alle condotte più imprudenti con violazioni significative del limite di velocità, tanto è vero che nessuno dei sanzionati ha avuto da ridire nei confronti dell’operato della Polizia stradale, anche quando è stato necessario procedere al ritiro della patente.

Anzi, uno di loro, dopo che gli agenti della Stradale gli hanno fatto vedere le risultanze dello strumento di misurazione della velocità che evidenziava di quanto stava superando il limite, resosi effettivamente conto della pericolosità della condotta tenuta, ha perfino ritenuto di apostrofare in maniera colorita se stesso piuttosto che il poliziotto che gli stava togliendo la patente.

Mentre le infrazioni effettuate attraverso il telelaser sono stati maggiori durante tutte le ore diurne, quelle con l’autovelox, rilevate lungo l’autostrada, sono state maggiori nel tardo pomeriggio e nelle ore serali a seguito della diminuzione del traffico che è divenuto più scorrevole trasformando le tre corsie della A4 tra Palmanova e Latisana in un piccolo autodromo.
L’Istat ci dice che anche nel 2019 l’eccesso di velocità, dopo la distrazione, è la principale causa di incidenti stradali e di vittime.

Inoltre, anche dove non risulta causa esclusiva dell’incidente stradale, la velocità eccessiva sempre e comunque ne aggrava le conseguenze a volte in modo fatale.

Video del giorno

L'Aston Villa batte lo United e i suoi tifosi prendono in giro l'esultanza di Ronaldo

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi