Contenuto riservato agli abbonati

Non c'è il cartello con il numero massimo di client ammessi: i Nas sanzionano un supermercato

Complessivamente, nelle quattro province del Fvg, sono state fatte sanzioni per violazioni amministrative per oltre 36 mila euro

SEDEGLIANO. In questi giorni in cui i carabinieri del Nas stanno facendo controlli nei supermercati per accertare la corretta esecuzione delle operazioni di sanificazione degli ambienti e delle attrezzature, il legale rappresentante di un supermercato di Sedegliano è stato segnalato alle autorità perché «responsabile di aver mantenuto i locali della struttura in carenti condizioni igienico strutturali e omesso di indicare il numero massimo consentito di clienti all’interno dell’attività al fine di contenere la diffusione del Covid-19». Sono state elevate sanzioni amministrative per un importo di 1.400 euro.

Il market in questione è il Despar. Bruno Usatti da 50 anni lo gestisce «senza che – come lui stesso afferma – ci sia mai stato alcun problema». «Ho svolto la mia attività con onestà – prosegue il titolare –, avevo già pronto il cartello da esporre con il numero di persone che potevano entrare secondo le norme anti-Covid, solo che sabato mattina quando è avvenuto il controllo mi ero dimenticato di esporlo. La cella frigorifera poi è a posto, solo un po’ di muffa nella parete attigua. Non capisco poi perché prima mi era stata comminata una multa di 400 euro (280 se pagavo subito) e dopo 1400 euro».


Complessivamente, nelle quattro province del Fvg, sono state fatte sanzioni per violazioni amministrative per oltre 36 mila euro. Di queste due erano violazioni alla normativa anti Covid (per un totale di 800 euro). Al fine di individuare l’efficacia delle periodiche operazioni di sanificazione, sono stati eseguiti tamponi per la ricerca del Covid-19 sulle superfici ritenute di maggiore contatto come casse, carrelli e bilance. In Fvg, in collaborazione con il personale dell’Azienda sanitaria Friuli Centrale, sono stati effettuati 14 tamponi e in nessun caso è emersa la presenza del virus. A livello nazionale, sono stati ispezionati 981 esercizi commerciali e sono state rilevate irregolarità in 173 casi (il 18%). Nove responsabili di supermercati sono stati deferiti all’Autorità giudiziaria e sono state contestate 177 violazioni amministrative per un 202 mila euro. —
 

Video del giorno

L'Aston Villa batte lo United e i suoi tifosi prendono in giro l'esultanza di Ronaldo

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi