Contenuto riservato agli abbonati

L’Autogrillo si ferma e chiude dopo 19 anni: «Il Covid ha reso vani tutti i nostri sacrifici»

Da sinistra, Ivana con le due figlie Daniela e Laura Cosetti

GEMONA. Sulla statale a Campagnola, dopo 19 anni, chiude l’Autogrillo. E i clienti affezionati, mercoledì 28 aprile, hanno voluto manifestare il loro affetto nei confronti di Laura e Daniela Cosetti che, con la madre Ivana, hanno annunciato la chiusura del locale molto conosciuto non solo a Gemona: la sua posizione sulla Pontebbana l’ha fatto diventare punto di riferimento di migliaia di automobilisti che ogni giorno percorrono la statale 13.

Le due sorelle Laura e Daniela, nipoti del noto cuoco tolmezzino Gianni Cosetti, chiudono l’attività dopo ben 19 anni di presenza a Gemona.

«Era una decisione che da un po’ di tempo rimandavamo – spiegano – perché è un lavoro molto impegnativo che in questi anni ci ha chiesto numerosi sacrifici.

Il Covid ci ha spinto ancora di più verso questa direzione perché a questo punto i tanti sacrifici fatti non danno più i risultati sperati».

Dalla sua apertura, 19 anni fa, l’Autogrillo è stato uno dei primi locali sulla Pontebbana a essere a disposizione dei clienti di giorno e di notte: inizialmente, infatti, era aperto dalle 5 alle 2 del mattino.

Nel corso degli anni le varie restrizioni hanno costretto ad adeguarsi imponendo una modifica degli orari. Nonostante questo i clienti non sono mai mancati.

Anzi, nel tempo con molti di loro si è instaurato un forte legame di amicizia. E lo dimostrano i calorosi saluti che ieri hanno ricevuto le due sorelle da molti di loro.

«A tutti i nostri affettuosi clienti – hanno scritto le due gestrici sulla porta del locale – noi tutte, Dany, Laura e la “nonna” Ivana vogliamo sinceramente ringraziarvi di cuore con un affettuoso abbraccio virtuale e salutarvi tutti perché la nostra avventura finisce qua.

Un ringraziamento speciale anche a tutte le ragazze che hanno collaborato con noi in questi anni».

Daniela e Laura, da anni residenti a Osoppo, provengono da Tolmezzo e da una famiglia di lunga esperienza nel settore della ristorazione e della gestione degli esercizi pubblici, tanto è vero che il papà Italo gestiva un tempo il Self Service di fronte all’Automotive e lo zio Gianni era il celebre cuoco dell’albergo Roma nel capoluogo carnico.

La mamma Ivana, invece, le ha sempre aiutate e anche in questi ultimi giorni era presente nel locale: «Dobbiamo ringraziare i nostri genitori – dicono Daniela e Laura – perché ci hanno insegnato come lavorare in questo settore e quello che siamo oggi lo dobbiamo a loro».

Nell’ultimo periodo l’emergenza Covid ha segnato anche l’Autogrillo non solo per via delle chiusure, ma anche per il fatto di dover lavorare senza dipendenti, in cassa integrazione.

La fatica si è fatta sentire per le due sorelle che hanno colto il momento per prendersi una pausa: «È la prima volta – spiega Laura – che decido di chiudere senza sapere cosa farò poi ma il Covid mi ha insegnato che alla fine di tutto l’importante è esserci.

Poi il coraggio, la gentilezza, il senso del dovere e la voglia di lavorare aiutano a trovare una direzione». 



 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi