Riapre al pubblico villa de Claricini Dornpacher: in programma più di 40 appuntamenti

YAN_BERTONI

MOIMACCO. Riapre al pubblico villa de Claricini Dornpacher, che nei prossimi mesi celebrerà il cinquantesimo anniversario della costituzione dell'omonima Fondazione e i 700 anni dalla morte di Dante - figura intimamente legata al sito, culla della realizzazione di uno dei più antichi codici della Commedia - con un programma ricchissimo, articolato in oltre 40 appuntamenti.

Si inizierà domenica 2 maggio, con un ciclo di visite guidate che permetteranno di ammirare la villa e le sue pertinenze ma anche di scoprire le quattro mostre allestite proprio per le celebrazioni

dantesche, una di cartoline postali prodotte nel primo Novecento, la seconda di miniature realizzate dal maestro Massimo Saccon e dalla calligrafa Maria Valentinuzzi, “Dante fra ombre e luci” (arte contemporanea) e, nel giardino, una rassegna di venti sculture ispirate alla Divina Commedia.

I tour, che si concluderanno con una degustazione dei vini prodotti nella tenuta de Claricini, sono possibili solo su prenotazione, al sito visit.declaricini.it o al numero 0432 733234.

L'articolato e qualificato progetto commemorativo

messo a punto dalla Fondazione, presieduta da Oldino Cernoia, ha ricevuto l'avallo del Comitato nazionale per le celebrazioni dantesche, dunque del Ministero della cultura, e gode dell'appoggio di più di 50 enti pubblici - a partire dalla Regione Fvg - e privati di livello internazionale, nazionale e locale.

Video del giorno

Propaganda Live, i silenzi di Matteo Salvini secondo Alessio Marzili

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi