Contenuto riservato agli abbonati

Si scola una bottiglia di superalcolico al parco e picchia l’agente: nei guai a 18 anni

Liberato dopo una notte in camera di sicurezza. Si era scolato una bottiglia d’alcol nel parco. Sanzionato pure un sedicenne

PORCIA. Con un amico minorenne al parco un ragazzo si è scolato una bottiglia di alcolici acquistata al supermercato, domenica pomeriggio a Porcia. La sua giornata è finita con un arresto per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Processato per direttissima nella mattinata di lunedì 3 maggio il diciottenne Devis Santarossa di Porcia, assistito dall’avvocato Laura Ferretti, è stato liberato. È incensurato: il giudice Iuri De Biasi non ha disposto nei suoi confronti alcuna misura. Il pubblico ministero aveva chiesto invece l’obbligo di presentazione giornaliero alla polizia giudiziaria.


Ecco la ricostruzione dell’episodio fornita dalla polizia di Stato. Alla sala operativa della Questura sono arrivate numerose segnalazioni: in un forte stato di alterazione causato dall’alcol un ragazzino è stato visto attraversare a più riprese la strada in località Talponedo, mettendo in pericolo la propria incolumità e quella degli automobilisti.

Subito sul posto sono state inviate una pattuglia della squadra volante e un’ambulanza del 118 per approfondire. Sono stati rintracciati tre ragazzi: il giovane che ha segnalato la situazione, un diciottenne e un sedicenne.

In preda alla sbornia il diciottenne purliliese ha sfidato e minacciato gli agenti con frasi del seguente tenore: «Abbi il coraggio di affrontarmi lontano da qui», «Vi ammazzo». Ai poliziotti che lo avevano invitato a identificarsi, ha poi rivolto frasi offensive e ha sputato ripetutamente addosso.

Dopodiché il ragazzo, che peraltro non indossava la mascherina, ha cominciato a dare spintoni, calci e pugni e nella colluttazione ha colpito al volto il capo pattuglia, cagionandogli lesioni giudicate guaribili in 7 giorni.

Sul posto è arrivata in rinforzo una seconda pattuglia. Il diciottenne di Porcia ha cercato di divincolarsi ed è stato arrestato per resistenza, violenza lesioni e oltraggio a pubblico ufficiale.

In località Talponedo è stato rintracciato anche un sedicenne pordenonese, in forte stato di ubriachezza: era proprio il ragazzino che era stato visto attraversare più volte la strada, mettendosi in pericolo. Sedicenne e diciottenne sono stati sanzionati per ubriachezza molesta.

Santarossa è stato accompagnato in Questura. Qui ha trascorso la notte, in una cella di sicurezza, in attesa del processo con rito direttissimo. L’avvocato Laura Ferretti ha chiesto la messa alla prova, visto che il ragazzo è incensurato: in caso di esito positivo, tale istituto consente l’estinzione del reato. Il processo è stato aggiornato al 15 luglio, in attesa che l’ufficio esecuzioni penali esterne rediga il programma per l’imputato.
 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi