Tesoretto di 750 mila euro da utilizzare nel 2021 per nuovi investimenti

Approvato il bilancio consuntivo Secondo l’assessore Bortolin i risultati sono «virtuosi» «Siamo riusciti a rispondere alle nuove esigenze emerse»





Il consiglio comunale di Azzano Decimo ha approvato il bilancio consuntivo del 2020 con 13 voti favorevoli (maggioranza), 9 astenuti e uno contrario: l’assessore alle finanze, Mauro Bortolin, ne illustra i contenuti.

«Possiamo senz’altro dire che i risultati conseguiti sono da considerarsi virtuosi grazie alla fedeltà fiscale degli azzanesi – spiega –, a una struttura organizzativa seria e a scelte strategiche di lungo periodo che si sono rivelate azzeccate».

Il rendiconto presenta un avanzo di amministrazione al 31 dicembre 2020 di 5.569.450 euro. Effettuati gli accantonamenti e tenuto conto delle quote da vincolare per legge, l’avanzo libero risulta pari a 756.600 euro. «L’amministrazione comunale potrà dunque disporre della somma di 756.600 euro nel 2021 per operazioni di investimento e di parte corrente, nei limiti di legge» specifica Bortolin. Le scelte fatte dall’amministrazione negli scorsi dodici mesi «hanno permesso di rispondere in modo adeguato alle nuove esigenze emerse in un periodo imprevedibile e complesso come quello che stiamo ancora vivendo, tra cui gli interventi promossi in campo sociale e a sostegno dell’economia locale: le tre “distribuzioni” dei bonus spesa del 2020, il sostegno al fondo dedicato agli affitti, le agevolazioni Tari sui tributi (a famiglie e attività produttive), oltre ai diversi bandi dove sono state previste forme di sostegno rivolte alle famiglie».

Bortolin osserva: «La mission che ci siamo dati è rivolta a una gestione oculata delle spese correnti associata a una spinta sulla spesa per gli investimenti che permetterà di potenziare ulteriormente le opere pubbliche e fare leva sull’economia locale. Le scelte compiute nel 2020 sono volte a mettere in sicurezza il bilancio del Comune in primis, ma certamente anche a preservare il tessuto socio-economico della città, garantire un sistema di welfare efficace e rispondere ai bisogni emergenti della comunità. Tali misure sono sostenute da un ulteriore elemento, «rappresentato dall’indice più forte di approvazione che i cittadini possano dare, ovvero la fedeltà fiscale, dimostrata dalla tenuta complessiva delle entrate tributarie».

Per quanto riguarda le spese in conto capitale, sono stati impegnati 3.421.572 euro che si sommano alla quota di fondo pluriennale vincolato destinato ad opere pubbliche di 2.798.131 euro per un totale di spesa per investimenti pari a 6.219.704 euro (edilizia scolastica, magazzino comunale, strutture sportive e piste ciclo pedonali attivate nel corso dell’anno). —



Video del giorno

Crudeltà e orrore in un macello di Cremona, la video-inchiesta

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi