L’indice Rt della Regione risale, ma i dati sono incoraggianti: il Fvg verso la conferma della zona gialla

UDINE. L’indice Rt della Regione risale leggermente – da 0.71 a 0.78 – restando comunque abbondantemente sotto quota 1 a dimostrazione di come la pandemia sia sempre in fase di regressione, pur rallentando leggermente nella diminuzione della diffusione, ma, per il resto, il Friuli Venezia Giulia fa segnare una nuova settimana di dati incoraggianti e positivi dal punto di vista dell’emergenza.

La bozza di monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità consegnata giovedì 6 alla Regione, infatti, dice che il totale dei tamponi positivi è sceso dal 7,1% al 5,2%, ma soprattutto che il numero dei casi riportati alla sorveglianza integrata negli ultimi 14 giorni continua a segnare una decisa decrescita con un trend del -26,5% (la scorsa settimana era -23,3%). E se si riducono sia i focolai attivi – da 698 a 569 –, così come i nuovi cluster – da 197 a 108 –, le note positive arrivano anche dagli ospedali.

Il tasso di occupazione delle Terapie intensive, nel dettaglio, è pari al 19% (sostanzialmente immutato rispetto al 18% di sette giorni fa e 20 punti percentuali sotto quello di due settimane or sono), mentre quello delle aree mediche scende al 16% dal precedente 21% (e dal 27% di due giovedì fa). L’incidenza media in regione, infine, è decisamente inferiore a 100 casi ogni 100 mila abitanti ed esattamente è pari a una cifra di 65.07 contro il precedente 93.52. Tutti numeri, questi, che dovrebbero consentire al Friuli Venezia Giulia di mantenere la zona gialla, senza particolari patemi, anche la prossima settimana.

Per quanto riguarda i dati della pandemia di ieri, invece, su 4 mila 60 tamponi molecolari sono stati rilevati 68 nuovi contagi con una percentuale di positività del 1,67%. Sono inoltre mille 829 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 12 casi (0,66%). Complessivamente, pertanto, parliamo di 80 contagi per un tasso dell’1,35%.

I decessi registrati sono tre, i ricoveri nelle Terapie intensive scendono a 31, quindi in calo di due unità, e si riducono anche quelli in altri reparti che risultano essere 183 (-10). E se nelle residenze per anziani è emerso il contagio di un ospite e di un operatore, nell’intero sistema sanitario regionale il contagio, ieri, si è limitato a quello di un solo infermiere dell’Azienda Friuli Centrale.

Video del giorno

Antartide: Pine Island, il timelapse del ghiacciaio che si sbriciola

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi