In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
la ricerca

Negozi di prossimità, sentinelle di montagna con ambizioni digitali

Oltre 50 negozi delle aree interne intervistati in una ricerca Hanno reagito al lockdown con spesa a casa e wi-fi gratis

Tanja Ariis
2 minuti di lettura

maniago

I negozi di prossimità della montagna friulana hanno mostrato il loro punto di forza con la pandemia: il senso di comunità che li caratterizza e che indica loro la via della pluralità di servizi e della ricerca di innovazione. Titolari e gestori sono aperti a percorrerla per crescere. Hanno però bisogno di una continuità da parte dei clienti che vada oltre i lockdown e di un supporto mirato sui loro progetti da parte degli enti locali.



Lo rivela “Gli Ultimi. Forme di welfare comunitario”, l’indagine finanziata da Fondazione Friuli, Intesa Sanpaolo, sostenuta dalle Aziende sanitarie del Friuli entrale e occidentale e condotta dalla cooperativa Cramars di Tolmezzo con l’impresa sociale Melius, e il dibattito che ne è derivato ieri, quando la ricerca è stata presentata in diretta Facebook da Stefania Marcoccio, presidente di Cramars con Giuseppe Morandini, presidente di Fondazione Friuli, Francesca Nieddu, direttore regionale Veneto Est e Fvg Intesa Sanpaolo, Maurizio Ionico, amministratore unico di Melius, la ricercatrice Aura Zanier e Marco Bussone, presidente di Uncem.



Sono 52 negozi di prossimità delle tre Aree Interne del Fvg: alimentari di piccole dimensioni (80 per cento), attività comprensive di bar e alimentari (16 per cento) e altre tipologie in 33 comuni (Ampezzo, Arta Terme, Barcis, Cavasso Nuovo, Cavazzo Carnico, Chiusaforte, Claut, Enemonzo, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Lauco, Maniago, Meduno, Moggio, Paluzza, Paularo, Pontebba, Prato Carnico, Resia, Rigolato, Sappada, Sauris, Sequals, Socchieve, Sutrio, Tarvisio, Tramonti di Sopra, Tramonti di Sotto, Treppo Ligosullo, Malborghetto Valbruna, Verzegnis, Vito d’Asio, Vivaro). I titolari o gestori per il 56 cento sono donne e per il 43 cento hanno dai 40 ai 50 anni. La pandemia è stata una sfida per loro (che vivono la loro azienda come un presidio locale contro lo spopolamento) e ha fatto scoprire ai residenti la vivacità e importanza di tali attività. Durante il lockdown hanno attivato servizi come la consegna della spesa a domicilio (il 60 per cento), l’allestimento di spazi per incontri comunitari (22 per cento), l’accesso gratuito alla rete wi-fi (10 per cento) e la consegna giornaliera di pane e latte (8 per cento).



Il 52 per cento ritiene utile gestire una bacheca locale di incontro tra domanda e offerta di beni e servizi, il 36 per cento è interessato a offrire fine settimana tematici per la vendita di prodotti della tradizione e il 12 per cento è disponibile a ospitare un internet point. Molti desiderano riqualificare edifici, locali e spazi. Il 30 per cento vuole scambiare esperienze professionali, il 20 per cento creare relazioni con i produttori locali, il 17 per cento cerca collaborazioni per costituire una rete di acquisti, il 17 per cento desidera un portale per il commercio elettronico, il 13 per cento è propenso allo scambio di prodotti e servizi. Si avverte la necessità di crescere su internet e digitale.



«Un territorio che già prima della pandemia – afferma Morandini – lanciava segnali di aiuto è l’arco alpino friulano, al contempo resiliente e critico. Per questo la Fondazione Friuli ha lanciato un bando ad hoc per la montagna per intervenire sulle problematiche che la ricerca realizzata da Cramars e Melius illustra». —



I commenti dei lettori