Contenuto riservato agli abbonati

Contagi e quarantene negli asili: grave una maestra ricoverata in rianimazione

SACILE. Raffica di quarantene e contagi Covid nelle scuole di Sacile: sezioni dell’infanzia chiuse all’Archimede. L’effetto è anche quello dell’aumento del numero di insegnanti costretti a casa, tanto che sabato scorso la dirigente Nadia Poletto è salita in cattedra per una supplenza.

Tra gli assenti per Covid c’è anche una maestra dell’Istituto comprensivo che è finita in ospedale, anche se era stata vaccinata con la prima dose. Le sue condizioni stanno gradualmente migliorando dopo il ricovero in rianimazione.

“C’è il massimo impegno per gestire una situazione complessa – afferma la dirigente Poletto -. L’obiettivo è quello di garantire a 1.600 alunni le lezioni e lunedì 10 torneranno a scuola anche i bambini nel plesso dell’infanzia Archimede, a Cornadella”.

L’Archimede è rimasta chiusa la scorsa settimana e due sezioni del plesso dell’infanzia Meneghini hanno ripreso la frequenza dopo la quarantena, ma con orario ridotto.

“Ogni giorno si affrontano la complessità e gli imprevisti della pandemia – rimarca la Poletto -. Capita che gli insegnanti non siano sufficienti per garantire il servizio e quindi cerchiamo di trovare tutte le possibili soluzioni”.

L’andamento della pandemia aumenta i casi nelle sezioni dell’infanzia. “Registriamo le assenze per malattia di quattro insegnanti – anticipa Poletto -. Possono aggiungersi altri casi imprevisti: il Covid aggredisce tanti insegnanti per il contatto con i bambini, spesso asintomatici, nelle sezioni dell’infanzia e delle primarie”.

I contagi sono esterni alla scuola: di solito si verificano nei nuclei familiari. “Nella prima parte dell’anno erano stati coinvolti anche i collaboratori scolastici – ricorda la dirigente -. Quella in corso coinvolge invece gli insegnanti e gli alunni più piccoli. Speriamo finisca presto”.

La campagna massiccia di vaccinazioni riprende anche per gli insegnati e bidelli, dopo lo stop di qualche settimana fa.

“Quarantene di alunni e insegnanti si verificano anche nelle scuole superiori di Sacile – dice il sindacato Flc-Cgil – dove le lezioni online sono una garanzia anche in caso di Covid”.

I timori si concentrano sugli eventuali “forfait” di docenti durante gli scrutini e gli esami di Stato nelle secondarie, in giugno.


 

Video del giorno

L'Aston Villa batte lo United e i suoi tifosi prendono in giro l'esultanza di Ronaldo

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi