Contenuto riservato agli abbonati

Coronavirus, torna il contagio nelle scuole: ecco dove sono stati registrati gli ultimi casi in Friuli

Il Covid entra nelle scuole friulane. Studenti in quarantena, classi costrette a seguire le lezioni a distanza e allievi che dovranno essere sottoposti a tampone.

LA GUIDA. Covid a scuola, le regole in caso di contagio: quanto dura la quarantena, chi deve essere isolato e cosa devono fare prof, alunni e genitori

Casi a San Daniele 

I bambini delle sezioni A e B della scuola di infanzia di San Daniele – e, in via precauzionale, anche i loro fratelli e sorelle – resteranno in quarantena fino a giovedì 13 maggio. Come conferma il sindaco della cittadina collinare Pietro Valent, sono stati due i casi di positività al Covid-19 registrati all’asilo di via Narducci. È stato dunque deciso di far restare a casa gli allievi delle due classi «in via precauzionale» come ha ribadito anche la dirigente scolastica dell’istituto comprensivo, di cui l’asilo fa parte, Elisabetta Zanella. «La situazione – ha precisato – è assolutamente sotto controllo e non c’è alcun tipo di focolaio all’interno della struttura, anzi siamo in fase ormai di conclusione della quarantena e tra pochi giorni i bimbi ritorneranno a frequentare le lezioni regolarmente». Stretta sinergia, dunque, tra amministrazione comunale e dirigenza scolastica per far fronte alla gestione Covid all’interno dei plessi del territorio. Il punto da San Daniele 



Casi a Sacile
Raffica di quarantene e contagi Covid nelle scuole di Sacile: sezioni dell’infanzia chiuse all’Archimede. L’effetto è anche quello dell’aumento del numero di insegnanti costretti a casa, tanto che sabato scorso la dirigente Nadia Poletto è salita in cattedra per una supplenza. Tra gli assenti per Covid c’è anche una maestra dell’Istituto comprensivo che è finita in ospedale, anche se era stata vaccinata con la prima dose. Le sue condizioni stanno gradualmente migliorando dopo il ricovero in rianimazione. Qui il punto da Sacile



Casi a Caneva

ll Covid chiude la classe 2C nella media Fermi a Caneva. Venerdì 7 maggio una ventina di alunni è rimasta a casa in attesa del tampone. Dopo il caso della materna a Stevenà – istituto chiuso e quarantene – si registrano nuovi casi di positività: il bollettino della protezione civile conta 35 positivi e 88 persone in quarantena. Qui tutti i dettagli


I casi a fine aprile nel Pordenonese
Il Covid ha spedito in quarantena intere sezioni e alcune classi a Pordenone, dall’infanzia alle superiori.


«Si sono registrati casi di positività nella scuola dell’infanzia del comprensivo a Torre – ha segnalato la dirigente Lucia Cibin –. A seguito della segnalazione in viale Libertà, su disposizione del Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria di Pordenone, sono state sospese le attività didattiche delle sezioni blu e rossi».

Tutti a casa per 14 giorni una cinquantina di bambini. Stessa sorte aveva avuto la prima sezione ad andare in quarantena, la viola, una settimana fa.

«Il Dipartimento di prevenzione contatta telefonicamente le famiglie per le specifiche informazioni – ha avvisato la scuola di Torre –. Le attività scolastiche sono sospese in attesa del tracciamento con tampone antigenico, come prevede la prassi sanitaria».
 

Il Covid, poi, non molla la presa nelle superiori: due classi sono in quarantena Covid all’Isis Zanussi, una prima al liceo Leopardi-Majorana a Pordenone e altri studenti restano in isolamento in diversi vari istituti secondari.
 

«All’Isis Zanussi si tratta anche di quarantene preventive degli insegnanti e tecnici di laboratorio per contatto con le due classi in isolamento – ha dichiarato il dirigente Giovanni Dalla Torre –. Andiamo avanti e raccomandiamo a studenti e famiglie la massima attenzione alle norme anti assembramento e anti contagio»

Video del giorno

Come soggiornare gratis in case da sogno prendendosi cura dei cani e gatti che ci vivono

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi