Contenuto riservato agli abbonati

Gli occhi e la speranza: dietro le mascherine la fatica e le emozioni nei volti di chi lavora per darci la speranza

Decine di medici in quiescenza sono tornati al lavoro per dare una mano nella campagna vaccinale più imponente della storia. Non mancano figure di primo piano che, dopo aver dismesso i gradi da primario, contribuiscono ad alleviare la pressione sul personale dei centri vaccinali o vanno a fare iniezioni nelle case. Tra di loro c’è Valentino Patussi, ex direttore del Dipartimento di prevenzione di Asugi.

Quando non lavora al triage, il medico sfodera l’hobby di una vita. Ha cominciato a fotografare i colleghi del centro: «Col volto coperto dalla mascherina, perché ci vediamo soltanto così e non ci riconosceremmo per strada, anche dopo interi turni assieme. Dentro quegli occhi c’è tanto: le emozioni, la fatica, la speranza». Le foto che pubblichiamo in queste pagine vengono esposte a rotazione nell’atrio della Centrale idrodinamica e a breve saranno immortalati gli operatori delle altre strutture di Asugi.

 

(Se riscontrate problemi nella visualizzazione del racconto, cliccate qui)

Video del giorno

Antartide: Pine Island, il timelapse del ghiacciaio che si sbriciola

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi