Cassani e la salita dello Zoncolan: “Pensavo fosse un gioco da ragazzi, ma che fatica raggiungere quella vetta”

Il ricordo del ct azzurro e ora commentatore Rai Davide Cassani quando venne chiamato da Cainero per scoprire la vetta dello Zoncolan

SUTRIO. Mi chiama Enzo Cainero, amico di vecchia data: “Davide, devo venire in Friuli perché voglio farti vedere una salita davvero speciale, durissima, si chiama Zoncolan”.

Potevo non rispondere alla chiamata di Enzo? Impossibile. Con un gruppo di amici,  capeggiati da Claudio Pasqualin, Daniele Pontoni e il buon Cainero in auto nel dicembre del 2002 andiamo alla scoperta di questa inedita salita.

Sutrio, strada larghissima, pendenze che non hanno nulla di particolare anzi, proprio facile il mio primo pensiero. Il primo tornantone, poi il secondo ma molto distanti.

Il mio primo pensiero: questi friulani sono proprio esagerati, salita dura questa? Nove chilometri molto regolari, certo, vista bellissima ma qua gli uomini di classifica non hanno terreno per sferrare un attacco.

Il decimo chilometro è quasi pianeggiante, poi una svolta a sinistra, la strada che si restringe e.....comincio a cambiare rapporto ma è sempre troppo duro. Ancora tre chilometri ma sono un inferno.

Ora i pochi tornanti sono ravvicinati e non posso prenderli all’interno, rischio di ribaltarmi. Un muro, un vero e proprio muro che mi costringe piano piano a rallentare ad ogni pedalata fino al rendiconto finale.

Cainero mi dice che mancano solo 1000 metri ma vorrei mettere il piede a terra perché sono anche i più terribili.

Finalmente la vetta, l’inferno che si tramuta in paradiso, ce l’ho fatta. Qualche mese dopo anche Gilberto Simoni fece una gran fatica ma riuscì a staccare tutti e Marco  Pantani ottenne il suo ultimo piazzamento (quinto) della sua carriera.

Bastarono quei 3 chilometri quasi impossibili per regalarci, a piccoli sprazzi, il primo meraviglioso Pantani, quello che seppe dominare  le più alte montagne del giro e del tour.

Anche domani sarà uno spettacolo e non vedo l’ora di rifarlo, lo Zoncolan, anche perché in moto è tutta un’altra cosa.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi