In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
il caso

Dimissioni al veleno per Gasparotto anche da Mtf: chi sono i toto-nomi del nuovo presidente Ambiente e Servizi

Enri Lisetto
2 minuti di lettura

PORDENONE. Come in Ambiente servizi, dove tre consiglieri su quattro erano pronti a lasciare, Isaia Gasparotto gioca d’anticipo anche in Mtf, dove i due collaboratori stavano preparando l’addio. Le dimissioni del presidente, con coda polemica al veleno, sono state formalizzate sabato, 22 maggio. Le due società adesso sono nelle mani dei revisori del conto mentre i sindaci-soci si accingono ad affrontare la partita della successione in ordine sparso. Alcuni si sono riuniti l’altra sera ed hanno convenuto su un fattore politico: se prima a “dare le carte” era San Vito al Tagliamento, ora che le tensioni tra Cittadini e Pd sono manifeste non è possibile attendere le amministrative d’autunno. L’invito è quello di fare presto e per la presidenza restano in corsa i tre nomi anticipati l’altro giorno dal Messaggero Veneto.

PER APPROFONDIRE

Isaia Gasparotto, dunque, lascia anche la guida di Mtf, partecipata al 99 per cento da Ambiente Servizi e all’1 dal Comune di Lignano, società che si occupa di raccolta e smaltimento dei rifiuti a Lignano Sabbiadoro. E lascia attaccando ancora: i sindaci di San Vito Antonio Di Bisceglie, della città turistica Luca Fanotto e il presidente degli industriali Michelangelo Agrusti.

L’ex parlamentare parla di «inaudite pressioni del sindaco di Lignano, supportato dal “duetto” Agrusti-Di Bisceglie, su membri del consiglio di amministrazione affinché si dimettano, in contrasto con gli interessi dei cittadini di Lignano e incuranti dei danni che possono arrecare alla società Mtf con dei riflessi su Ambiente Servizi».

In questo modo, sono parole di Gasparotto, «Fanotto pensa di potersi sottrarre al pagamento della fattura di 1 milione 390 mila 909,32 euro da settembre 2020 dovuta a Mtf ed ostacolare, come già fatto in ogni sede, tutte le azioni promosse dall’azienda Mtf tese a recuperare le somme indebitamente percepite dall’architetto Zanin, presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia». Entrambi i contenziosi sono noti.

La conclusione dell’ormai ex presidente: «Così come si è costruito con Ambiente Servizi una delle migliori aziende italiane del settore, siamo stati impegnati in questi mesi in Mtf per trasformarla e farla diventare una eccellenza nel settore ambientale in una città balneare». Con queste premesse arrivano le dimissioni dalla presidenza e dal consiglio di amministrazione «con effetto immediato».

Intanto i sindaci si muovono in vista del rinnovo del consiglio di amministrazione. Nel mondo politico non c’è una maggioranza prevalente. È probabile, dunque, che la palla passi ai sindaci-soci che potrebbero chiedere alla politica di fare un passo indietro. Va in questa direzione l’orientamento dei primi cittadini di Casarsa, Zoppola, San Martino, Valvasone Arzene e Polcenigo che si sono incontrati l’altra sera: rappresentano un quinto dei pubblici amministratori, non intendono forzare, ma proporre. Di certo chiederanno di non tergiversare, in altre parole di non attendere le elezioni comunali d’autunno.

In corsa per la presidenza, dunque, restano tutti e tre i nomi che circolano da alcuni giorni: Antonio Consorti, esponente di Forza Italia, ora presidente di Gsm spa; Maria Paola Galante, componente del cda di Atap spa, consulente del lavoro; Isidoro Gottardo, già sindaco di Sacile e parlamentare azzurro che potrebbe mettere d’accordo Sanvitese e Pordenonese.

L’assemblea dei soci sarà convocata quando saranno maturate le condizioni per una nuova governance.

I commenti dei lettori