Contenuto riservato agli abbonati

Riunione alla Protezione civile, critiche a Forza Italia. La replica di Riccardi: lì ci lavoro

UDINE. La riunione di Forza Italia tenutasi nella sede della Protezione civile di Palmanova attira sul vicepresidente Riccardo Riccardi e sugli azzurri le critiche delle opposizioni e pure il fuoco amico dalla destra della coalizione.

Se Pd e M5s annunciano interrogazioni sull’organizzazione di un vertice politico in una sede istituzionale deputata ad altre funzioni, biasimo arriva pure da Fdi.

Il segretario regionale dei meloniani Walter Rizzetto dice di trovare «quanto meno curioso che i partiti si riuniscano in un luogo che dovrebbe essere al di sopra di ogni appartenenza.

Ci sono molti spazi, sale e anche strutture messe a disposizione dalla Regione per potersi riunire serenamente e nel rispetto delle istituzioni». Secondo Rizzetto,

«Forza Italia ha sbagliato. Con tutto il rispetto per il vicepresidente della Regione, è come se chiedessimo all’assessore Scoccimarro di riunire Fdi negli uffici dell’Arpa: sarebbe irrituale».

Le parole di Rizzetto seguono alle critiche che il capogruppo di Fdi al Senato Luca Ciriani ha rivolto sulla nomina del dottor Amato De Monte, giudicato da Fdi incompatibile allo svolgimento della professione finché non vaccinato.

Riccardi si difende: «Non è una riunione di partito, ma un incontro in una sede regionale fra consiglieri regionali, assessori regionali e un parlamentare.

Siccome io lavoro, a differenza di altri, ho ritagliato un’ora e chiesto di venire a Palmanova. È come dire che una riunione di segretari di maggioranza non si debba fare in piazza Unità, dove Rizzetto è venuto spesso.

Le ragioni evidentemente sono altre: ma se Rizzetto non diventa presidente di una commissione parlamentare d’inchiesta dopo aver molto lavorato, non è certo colpa mia».

Il capogruppo di Fi Giuseppe Nicoli sottolinea a sua volta che «a Palmanova non c’è stata alcuna riunione di partito, ma il gruppo consiliare regionale ha raggiunto il vicepresidente nel suo ufficio per discutere una serie di misure del prossimo assestamento di bilancio e alcune altre proposte di legge di futura presentazione. Una semplice questione logistica».

In Consiglio regionale arriva intanto l’annuncio di due interrogazioni, che saranno depositate oggi da Pd e M5s. Per il capogruppo dem Diego Moretti, «la sede della Protezione civile regionale non può diventare il luogo per un conclave politico di un partito.

C’è stato un arrogante e ingiustificato utilizzo del potere e dispiace che a ciò si siano prestati sia il presidente del Consiglio Zanin, che il vicepresidente della Regione Riccardi.

Non è giustificabile che il luogo istituzionale di gestione dell’emergenza si presti a riunioni inerenti un singolo partito. Un minimo di etica». Sulla stessa linea la posizione del gruppo grillino.

«Presenteremo un’interrogazione. Se la notizia fosse confermata, sarebbe piuttosto grave. A meno che – ironizzano gli esponenti M5s – la situazione e l’operato di Forza Italia in regione non possano essere considerati una vera e propria calamità». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Foggia, la gioia di Francesca per i primi passi con l'esoscheletro bionico con cui può tornare a camminare

Burger di lenticchie rosse

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi