Cede dosi di droga in stazione: fermato dai carabinieri, scatta l’obbligo di firma

SACILE. I carabinieri di Sacile, al termine di una attività investigativa finalizzata a contrastare il fenomeno dell’illecita cessione di sostanze stupefacenti nell’ambito dei comuni di Sacile e Fontanafredda hanno dato esecuzione alla misura cautelare dell’ “obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria” emessa dal tribunale di Pordenone nei confronti di cittadino nigeriano 37enne domiciliato a Fontanafredda, ritenuto responsabile di illecita cessione di sostanze stupefacenti continuata.

Le indagini condotte tra gennaio e maggio 21, coordinate dal sostituto procuratore Federico Facchin, hanno dimostrato che l’uomo da alcuni mesi cedeva ripetutamente dosi di eroina e cocaina al prezzo di circa 40 euro per 0,4 grammi in favore di un 29enne di Porcia che incontrava prevalentemente vicino alle stazioni ferroviarie. Il giudice ritenuto che l’extracomunitario cedeva singole dosi a un unico cessionario, che gestiva il traffico in prima persona senza avvalersi di terzi ha qualificato il reato di minor entità ritenendo congrua la misura coercitiva dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e non quella della custodia cautelare in carcere. 

I carabinieri di Fontanafredda hanno denunciato in stato di liberta’ per rifiuto di sottoporsi agli accertamenti finalizzati ad attestare la guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti un 20enne di Porcia trovato alla guida della sua auto con sintomi di chi ha assunto sostanze  stupefacenti. Accettato di sottoporsi a preliminari controlli con precursore (che dava esito positivo) aveva poi rifiutato il successivo accertamento nella struttura sanitaria: gli è stata ritirata la patente.

I carabinieri di Sacile hanno deferito in stato di libertà per guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche un 66enne albanese residente a Maniago il quale alle  19.30 del 23 maggio 21 a Roveredo in Piano in  via Ungaresca, alla guida della propria Renault Scenic aveva perso il controllo del veicolo che invadeva l’opposta corsia di marcia scontrandosi contro una Fiat Panda condotta da un 26enne di Galatina (Le). Successivi accertamenti mediante etilometro attestavano che il 66 enne era positivo all’alcol con valori di 1,57 g/l. subito è scattato il ritiro della patente. 

Video del giorno

Gli Usa si preparano a una guerra: gigante esplosione in mare per testare la resistenza delle portaerei

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi