Nuova convenzione con gli asili nido privati: 138 posti per tre anni, spesa di 3,3 milioni

L’assessore: apportate modifiche a tutela delle famiglie. Nei quattro asili gestiti dal Comune di Udine ospitati altri 193 bimbi

UDINE. Nuovo accordo tra il Comune e gli asili nido privati. La giunta ha approvato le linee guida per l’attivazione delle convenzioni per il periodo che va dal primo settembre 2021 al 31 luglio 2023 con facoltà per l’amministrazione di proroga per fino all’anno educativo 2023/24.

I posti disponibili saranno 138, quattro in più di quanto era previsto nel precedente accordo. «Abbiamo introdotto alcune modifiche per adeguare il documento alle attuali necessità ponendo al centro la tutela dei minori e l’interesse delle famiglie che devono coniugare i tempi di vita e di lavoro e necessitano di un servizio fondamentale come quello fornito dai nidi», ha sottolineato l’assessore all’Istruzione, Asia Battaglia.


Lo schema di convenzione per l’adesione al sistema integrato dei nidi d’infanzia del Comune di Udine prevede una spesa complessiva di 3,3 milioni per il triennio così ripartita: 400 mila euro per quest’anno, 1,1 milioni per il 2022 e 2023 e altri 700 mila per il 2024 nel caso in cui venga prorogata l’intesa. «Rispetto al passato - ha precisato l’assessore - pagheremo l’effettivo servizio e non la disponibilità dei posti a prescindere dal fatto che vengano poi occupati come accadeva in passato. Per le famiglie comunque non cambierà nulla, abbiamo solo rivisto gli accordi con gli asili privati».

Gli asili nidi privati convenzionati con il Comune sono nove, ma Palazzo D’Aronco gestisce in forma diretta (quindi con dipendenti propri) due nidi (Fantasia dei bimbi e Sacheburache) e altri due in forma indiretta (Cocolàr e Dire, fare, giocare) dove sono ospitati 193 bimbi. Complessivamente, quindi, i posti disponibili saranno 331. «Guardando l’andamento demografico e tenendo anche in considerazione il fatto che non ci sono liste di attesa - ha aggiunto Battaglia - riteniamo si tratti di un numero sufficiente a soddisfare le richieste».

Sempre nella seduta di ieri, la giunta ha dato il via libera alla sottoscrizione di un accordo di comodato con la parrocchia dell’Assunzione di viale Cadore che dispone di un ampio spazio verde, adiacente alla chiesa, dove sono collocate varie attrezzature di arredo e giochi per bambini. «L’area - ha illustrato il vicesindaco, Loris Michelini - è stata da sempre mantenuta aperta al pubblico dalla parrocchia, grazie anche ad un gruppo di volontari, ma d’ora in avanti sarà il Comune a farsi carico della manutenzione». 



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Roma, bambina di due anni si siede sul davanzale della finestra salvata dalla polizia

Estratto di mela, sedano, cetriolo e lime

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi