Ripartono i ristoranti con la Via dei sapori

@Fabrice Gallina 2017

Saranno proposti dieci appuntamenti estivi con gli chef. Ricerca dei piatti con l’obiettivo di rileggere la tradizione

UDINE. Un percorso di ricerca e sperimentazione per togliersi di dosso le scorie della pandemia, che per il settore della ristorazione ha significato mesi di inattività e pesanti cali di fatturato.

«Mi sono sentito come un allenatore che doveva preparare una squadra che poi non poteva giocare», ha detto Walter Filiputti, presidente del Consorzio Via dei Sapori, che raggruppa 22 ristoranti di alto livello in Friuli Venezia Giulia, affiancati da 47 partner tra vignaioli, distillatori e artigiani del gusto. Prosegue infatti il lavoro avviato nel 2020, quando era stato lanciato il progetto “La nuova cucina”, coinvolgendo una ventina di ristoranti emergenti della regione. Il progetto – articolato in 3 capitoli – è ora alla sua seconda fase, che culminerà in 10 appuntamenti in programma fra giugno e luglio.

Dopo aver creato piatti d’avanguardia per le cene del Capitolo 1, anche quest’anno si torna alla cucina contemporanea, ma per rileggere la tradizione. «Passiamo dal laboratorio all’atelier di alta moda - spiega ancora Filipputti – . L’intenzione del consorzio di coinvolgere il maggior numero di soggetti e attori possibili si è concretizzata con soddisfazione: la rete dei partecipanti conta ora 86 soggetti, di cui metà ristoratori, oltre alle istituzioni (Regione, Promoturismo, Camera di Commercio di Pordenone-Udine), che ringraziamo per aver creduto e appoggiato la nostra iniziativa».

La Nuova Cucina Capitolo 2 si articolerà dunque in 10 serate, uniche e speciali, che si svolgeranno in altrettanti locali associati a Friuli Venezia Giuli Via dei Sapori, con l’eccezione di Trieste, dove la serata sarà ambientata sul mare, ospitata da un ristoratore amico. Le serate si terranno il martedì e il giovedì, dal 29 giugno al 29 luglio, il costo dell’evento sarà di 80 euro a persona.

Protagonisti 4 chef (due del Consorzio e due dei locali emergenti), che confrontandosi e lavorando insieme, hanno creato un menu assolutamente inedito. Un menu importante di 6 portate, che prenderà il via con uno speciale benvenuto della cucina creato a otto mani, a cui seguono uno o due antipasti, uno o due primi, il secondo e il dolce.

Il tutto sarà arricchito dalle squisitezze dei partner del progetto: dalla selezione dei vini in abbinamento (saranno oltre cinquanta, cinque per ogni serata, oltre ai dolci), ai distillati che accompagneranno i dessert creati non solo dagli chef dei ristoratori, ma anche da maestri pasticceri e cioccolatai della regione.

La prenotazione alle cene è obbligatoria e va fatta direttamente ai ristoranti. I menu e tutte le informazioni su www.fvg-lanuovacucina.it. Le ricette che verranno presentate nel corso delle serate sono nuove e pensate appositamente per questa serie di eventi. In tavola, gli ospiti gusteranno la tradizione riletta dai 39 ristoratori del Consorzio e Nuovi Amici. Diversi i percorsi intrapresi da ciascuno di loro, e assolutamente interessanti le soluzioni proposte. Alcuni chef sono partiti dai prodotti del Friuli Venezia Giulia, trasformando un ingrediente tradizionale in modo completamente diverso dal solito. Altri hanno interpretato un piatto storico in uno più attuale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Come soggiornare gratis in case da sogno prendendosi cura dei cani e gatti che ci vivono

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi