Contenuto riservato agli abbonati

Litiga con un coetaneo, poi all’arrivo della Polizia va in escandescenze e spacca una panca: arrestato

UDINE. Litiga con un amico per futili motivi e poi, all’arrivo della polizia, inizia a spaccare la sala d’aspetto degli autobus con una gamba di ferro delle panche. 

Gli agenti delle Volanti della Questura di Udine hanno arrestato nella serata di giovedì, 17 giugno, Davide Scomparin, 22 anni friulano, per danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.


Cosa è successo
Verso le 19.30 una Volante è intervenuta in Borgo Stazione, vicino l’autostazione, per una lite tra due persone che stava degenerando: giunti sul posto, gli agenti hanno diviso e identificato un ragazzo udinese ed un cittadino marocchino che erano venuti alle mani per futili motivi.

Il cittadino italiano, 22enne, visibilmente alterato dall’abuso di alcolici, ha continuato a urlare e minacciare tutti i presenti in un raptus di ira. E, al momento di essere portato in Questura per accertamenti, il ragazzo ha prima cercato di scappare agli operatori, poi li ha colpiti con calci e pugni, inveendo frasi ingiuriose nei loro confronti e minacciandoli.

Nello scatto d’ira, il 22enne ha anche danneggiato la sala d’attesa, prima rompendo una panca e poi, con un sostegno metallico della stessa, colpendo più volte una porta in ferro.


Ammanettato per impedire potesse nuocere ad altri ed a sé stesso, il giovane è stato arrestato per il danneggiamento e la resistenza opposta agli operatori, ed associato presso la locale casa circondariale.


Nel pomeriggio di venerdì 18 giugno il GIP del Tribunale di Udine, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto per l’uomo la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Video del giorno

Tokyo 2020, Federica Pellegrini scatenata su Instagram: ecco il suo balletto con Martina Carraro

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi