Contenuto riservato agli abbonati

Invasione di topi anche nelle Valli del Natisone, i sindaci della zona: sono così tanti che la derattizzazione non funziona

Non si è salvata dalle incursioni la sede degli alpini: dopo aver rosicchiato i tappi di due damigiane, i topini ci si sono infilati, trovando una morte alcolica

PULFERO. Sono migliaia e spuntano ovunque, guizzando sulle strade, attraversando i giardini, infilandosi nelle cucine e nelle cantine: un’invasione di topolini, appartenenti alla specie Arvicola rossastra – ma il colore del manto tende spesso al giallo scuro –, sta mettendo a dura prova i nervi degli abitanti di tutti i centri della fascia confinaria con la Slovenia, dalle Valli del Natisone a quelle del Torre, partendo da Savogna, passando per Pulfero e arrivando fino a Lusevera e a Taipana.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Masterchef 11, scontro diretto tra Locatelli e Federico sull'impiattamento: "Sembra cibo per cani"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi