Contenuto riservato agli abbonati

Gli studiosi ricatturano l’orso Francesco: subito rimesso in libertà

I ricercatori dell’ateneo seguono Francesco attraverso il collare e allertano gli allevatori

VERZEGNIS. Dopo due anni di attesa, l’orso Francesco è stato nuovamente catturato, dotato di collare satellitare e subito rimesso in libertà. L’équipe guidata dal ricercatore Stefano Filacorda dell’università di Udine, con il supporto del Corpo forestale regionale coordinato da Rinaldo Comino, nella notte tra venerdì e sabato scorsi, è entrata in azione a Sella Chianzutan (Verzegnis) su indicazione della Direzione regionale risorse agroalimentari forestali.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

A Udine il car sharing (non) SiFà nel finesettimana: il nostro test con le auto elettriche

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi