In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
      1. Aiello del Friuli
      2. Amaro
      3. Ampezzo
      4. Andreis
      5. Aquileia
      6. Arba
      7. Arta Terme
      8. Artegna
      9. Arzene
      10. Attimis
      11. Aviano
      12. Azzano Decimo
      1. Bagnaria d'Arsa
      2. Barcis
      3. Basiliano
      4. Bertiolo
      5. Bicinicco
      6. Bordano
      7. Brugnera
      8. Budoia
      9. Buia
      10. Buttrio
      1. Camino al Tagliamento
      2. Campoformido
      3. Campolongo al Torre
      4. Caneva
      5. Carlino
      6. Casarsa della Delizia
      7. Cassacco
      8. Castelnovo del Friuli
      9. Castions di Strada
      10. Cavasso Nuovo
      11. Cavazzo Carnico
      12. Cercivento
      13. Cervignano del Friuli
      14. Chions
      15. Chiopris-Viscone
      16. Chiusaforte
      17. Cimolais
      18. Cividale del Friuli
      19. Claut
      20. Clauzetto
      21. Codroipo
      22. Colloredo di Monte Albano
      23. Comeglians
      24. Cordenons
      25. Cordovado
      26. Corno di Rosazzo
      27. Coseano
      1. Dignano
      2. Dogna
      3. Drenchia
      4. Enemonzo
      5. Erto e Casso
      1. Faedis
      2. Fagagna
      3. Fanna
      4. Fiume Veneto
      5. Fiumicello
      6. Flaibano
      7. Fontanafredda
      8. Forgaria nel Friuli
      9. Forni Avoltri
      10. Forni di Sopra
      11. Forni di Sotto
      12. Frisanco
      1. Gemona del Friuli
      2. Gonars
      3. Grimacco
      1. Latisana
      2. Lauco
      3. Lestizza
      4. Lignano Sabbiadoro
      5. Ligosullo
      6. Lusevera
      1. Magnano in Riviera
      2. Majano
      3. Malborghetto Valbruna
      4. Maniago
      5. Manzano
      6. Marano Lagunare
      7. Martignacco
      8. Meduno
      9. Mereto di Tomba
      10. Moggio Udinese
      11. Moimacco
      12. Montenars
      13. Montereale Valcellina
      14. Morsano al Tagliamento
      15. Mortegliano
      16. Moruzzo
      17. Muzzana del Turgnano
      1. Nimis
      1. Osoppo
      2. Ovaro
      1. Pagnacco
      2. Palazzolo dello Stella
      3. Palmanova
      4. Paluzza
      5. Pasian di Prato
      6. Pasiano di Pordenone
      7. Paularo
      8. Pavia di Udine
      9. Pinzano al Tagliamento
      10. Pocenia
      11. Polcenigo
      12. Pontebba
      13. Porcia
      14. Pordenone
      15. Porpetto
      16. Povoletto
      17. Pozzuolo del Friuli
      18. Pradamano
      19. Prata di Pordenone
      20. Prato Carnico
      21. Pravisdomini
      22. Precenicco
      23. Premariacco
      24. Preone
      25. Prepotto
      26. Pulfero
      1. Ragogna
      2. Ravascletto
      3. Raveo
      4. Reana del Rojale
      5. Remanzacco
      6. Resia
      7. Resiutta
      8. Rigolato
      9. Rive d'Arcano
      10. Rivignano
      11. Ronchis
      12. Roveredo in Piano
      13. Ruda
      1. Sacile
      2. San Daniele del Friuli
      3. San Giorgio della Richinvelda
      4. San Giorgio di Nogaro
      5. San Giovanni al Natisone
      6. San Leonardo
      7. San Martino al Tagliamento
      8. San Pietro al Natisone
      9. San Quirino
      10. San Vito al Tagliamento
      11. San Vito al Torre
      12. San Vito di Fagagna
      13. Santa Maria La Longa
      14. Sauris
      15. Savogna
      16. Sedegliano
      17. Sequals
      18. Sesto al Reghena
      19. Socchieve
      20. Spilimbergo
      21. Stregna
      22. Sutrio
      1. Taipana
      2. Talmassons
      3. Tapogliano
      4. Tarcento
      5. Tarvisio
      6. Tavagnacco
      7. Teor
      8. Terzo d'Aquileia
      9. Tolmezzo
      10. Torreano
      11. Torviscosa
      12. Tramonti di Sopra
      13. Tramonti di Sotto
      14. Trasaghis
      15. Travesio
      16. Treppo Carnico
      17. Treppo Grande
      18. Tricesimo
      19. Trivignano Udinese
      1. Udine
      1. Vajont
      2. Valvasone
      3. Varmo
      4. Venzone
      5. Verzegnis
      6. Villa Santina
      7. Villa Vicentina
      8. Visco
      9. Vito d'Asio
      10. Vivaro
      1. Zoppola
      2. Zuglio
L’iniziativa

Cinque Comuni fanno squadra «Così rilanciamo la Carnia»

Sutrio, Cercivento, Ovaro, Paluzza e Ravascletto promuovono una serie di eventi Gli organizzatori: puntiamo sulla sostenibilità in montagna con progetti inediti

1 minuto di lettura

SUTRIO

Cinque Comuni uniti – Cercivento, Ovaro, Paluzza, Ravascletto e Sutrio – per costruire una nuova progettualità capace di cogliere le enormi possibilità della montagna friulana e dare voce al suo capitale umano e naturale. Una sfida che parla di sostenibilità da un punto di vista sociale, ambientale ed economico. E che vuole dare concretezza ai progetti di rilancio. È quella che vuole vincere il Green Carnia Fest, un festival di quattro giorni – da giovedì 1 fino a domenica 4 luglio – in cui il comprensorio del Monte Zoncolan sarà palcoscenico per l’edizione zero di una manifestazione che punta a mettere al centro il territorio e le iniziative da realizzare in un immediato futuro.

Promosso dalla Proloco di Sutrio con il supporto della Regione, di Promoturismo Fvg, della Comunità montana della Carnia e di Fondazione Friuli, «il festival nasce – spiegano gli organizzatori– come agorà in cui confrontarsi su un progetto concreto che riesca a coniugare le risorse della montagna (comprese quelle economiche, tradizionali, turistiche, enogastronomiche, culturali) offrendo rinnovati strumenti per affrontare le nuove sfide e cogliere le grandi opportunità del momento, in primis quelle offerte dal Recovery Fund e dalle linee della prossima programmazione europea»

Il cartellone, con decine di appuntamenti in programma – e con laboratori didattici, visite guidate, attività sportive, iniziative culturali e concerti – è quindi concepito come «un potenziale volano per alimentare una rinnovata sensibilità, capace di coinvolgere cittadini, imprese, associazioni e istituzioni in vista di un cambiamento culturale e politico che consenta al territorio di condividere le visioni dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, e di concorrere agli obiettivi di sviluppo sostenibile del pianeta».

Centrale si prospetta, giovedì primo luglio, alle 18 a Sutrio alla Cjase Dal Len, il convegno “In me non c’è che futuro. Far crescere la montagna nella sostenibilità”, spazio inaugurale della kermesse al quale prenderà parte Stefano Zannier, assessore regionale alle risorse agroalimentari, forestali e ittiche e alla montagna. Coordinati da Paolo Mosanghini, condirettore del Messaggero Veneto, interverranno Roberto Siagri, presidente del Consorzio Carnia Industrial Park, Francesca Campora, direttore generale della Fondazione Edoardo Garrone, Marco Bussone, presidente Uncem, (Unione nazionale comuni, comunità ed enti montani) e Fabio Renzi, segretario generale di Symbola. Un ulteriore confronto è previsto sabato 3 luglio, alle 8.45 ad Ovaro alla Piattaforma polivalente “Il valore e la cura del patrimonio naturale carnico: percorsi efficaci per un futuro sostenibile” con la partecipazione di Antonio Andrich, direttore del Parco naturale regionale delle Prealpi Giulie. Fra gli interventi di spicco a Green Carnia Fest, venerdì 2 luglio alle 18 (Cjase Da Int di Cercivento) quello di Giovanni Maria Flick, già presidente della Corte Costituzionale. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA



I commenti dei lettori