Azzerata la tassa rifiuti alle famiglie in difficoltà Sconti alle imprese



moruzzo


Approvate a Moruzzo le nuove tariffe per la tassa sui rifiuti (Tari). «Visto il perdurare della crisi dovuta all’emergenza sanitaria – afferma il sindaco Albina Montagnese – anche quest’anno ci siamo adoperati per dare un aiuto concreto alle attività produttive e un sostegno alle famiglie in difficoltà». E così sono stati stanziati circa 32 mila euro, di cui 15 mila di fondi propri e 17 di contributi statali, per tagliare le tariffe. «Questo importo – continua il sindaco – servirà per abbattere del 90% il costo della Tari per le utenze non domestiche e per azzerare la tassa alle famiglie che si trovano in difficoltà economica». La riduzione del 90% verrà applicata automaticamente in bolletta per le attività produttive rimaste chiuse in periodo di pandemia, mentre per le attività classificate come uffici, agenzie, banche, istituti di credito, studi professionali, edicole e farmacie l’agevolazione verrà concessa soltanto previa presentazione al Comune, entro il 30 settembre, di un’autocertificazione attestante un periodo di chiusura dell’attività di almeno 20 giorni. «Questo è un significativo supporto che si traduce in un totale di oltre 50 mila euro che il Comune ha stanziato in questi ultimi due anni per supportare le imprese attraverso i benefit sulla tassa rifiuti», aggiunge il vicesindaco Enrico Di Stefano.

Rispetto al passato, inoltre, per le utenze domestiche è stata prevista una rimodulazione tra il numero dei componenti il nucleo familiare e la metratura dell’immobile, introducendo così un risparmio per le utenze con grandi metrature o con grandi pertinenze e pochi residenti. —



Video del giorno

Pellegrini e Montano, campioni che smettono. Lo psicologo dello sport: "Persone, non solo atleti"

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi