Contenuto riservato agli abbonati

Muore di Covid a 55 anni Marco De Veglia: guru del marketing in Italia e negli Usa, era un convinto no-vax

TRIESTE. Si è spento a Miami a 55 anni il triestino Marco De Veglia, consulente di marketing di fama internazionale, conosciuto in particolare come esperto di brand positioning: negli ultimi mesi aveva espresso sui social opinioni no-vax e aveva scelto di non vaccinarsi. De Veglia si era ammalato circa due settimane fa ed era stato ricoverato in un ospedale di Miami in terapia intensiva a causa dell’aggravamento dell’infezione.

Fino all’ultimo “ha sostenuto le sue idee di libertà e contrarietà al vaccino” conferma uno dei suoi migliori amici – era una persona molto intelligente che credeva molto nelle proprie idee e nella libertà personale. Fino alla fine ha sempre minimizzato la malattia”. Lascia la moglie e un figlio ventenne.

Tra i primi a darne notizia sui social è stato Stefano Versace, imprenditore e amico di De Veglia che con un toccante post ha voluto ricordarlo proponendo anche una riflessione sul mondo dell’informazione: “È facile puntare il dito contro un uomo che ha scelto di non vaccinarsi e poi muore di covid – ha scritto -. Più difficile, per chi scrive su un quotidiano, è chiedersi invece cosa è successo di sbagliato proprio al sistema dell’informazione, come possa accadere che una persona intelligente, un ottimo professionista, finisca per diventare vittima di un flusso continuo di fake news che lo invitano a non tutelare la propria salute”.

Video del giorno

Tokyo2020, Draghi a Jacobs: "Non volevo disturbarti durante intervista, è colpa di Malagò"

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi