Contenuto riservato agli abbonati

L’Università di Udine conferirà la laurea ad honorem a Gabrielli, l’ex capo della Protezione civile

UDINE. L’università di Udine laurea ad honorem in Comunicazione multimediale e tecnologie dell’informazione Franco Gabrielli, il sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio dei ministri. L’ateneo udinese consegnerà il titolo di studio all’ex capo della Polizia e della Protezione civile nazionale il 15 novembre, nel corso della cerimonia di apertura del nuovo anno accademico.

La proposta


La procedura è stata avviata più di un anno fa. Il Senato accademico ha approvato la proposta avanzata dal direttore del dipartimento di Scienze matematiche, informatiche e fisiche, Gianluca Foresti, e inviato la richiesta al ministero dal quale, lo scorso maggio, è giunta la lettera di accettazione.

«Abbiamo ricevuto una lettera molto bella che ci ha onorato molto» riferisce il magnifico rettore, Roberto Pinton, nel ricordare che nella missiva Gabrielli ricorda di aver avuto modo, nell’ambito della gestione della Protezione civile, di conoscere la storia dell’università di Udine, nata all’indomani del terremoto del 1976 come punto di riferimento per la crescita e lo sviluppo del Friuli».

Ora Pinton e la comunità accademica attendono il sottosegretario di Stato e si preparano ad accoglierlo al meglio nell’ambito dell’inaugurazione del nuovo anno accademico.

Le motivazioni

Gabrielli non è nuovo in Friuli, oltre agli impegni istituzionali che più volte l’hanno portato nella nostra terra. Qualche anno fa, in veste di capo della Polizia ha partecipato al convegno sulla multimedialità e sicurezza organizzato dal master in Intelligence e Ict attivato dall’ateneo friulano.

«Abbiamo pensato di laureare ad honorem Gabrielli per la sua esperienza maturata nell’ambito della Protezione civile nella gestione dell’emergenza provocata dal terremoto che ha colpito l’Italia centrale» spiega Foresti, soffermandosi anche sul sistema messo a punto per rimuovere e recuperare la nave Concordia dall’isola del Giglio.

«In quell’occasione sono state adottate procedure tecniche che ci hanno colpito molto» continua il direttore apprezzando pure il ruolo svolto da Gabrielli come capo della polizia molto attento all’intelligence e all’Ict.

Il senato accademico

Analizzate le diverse motivazioni, il Senato accademico specifica di aver approvato il conferimento della laurea honoris causa a Gabrielli per «il contributo che ha dato alla tutela e alla sicurezza del Paese sia dal punto di vista della minaccia terroristica, come appartenente alle Forze dell’ordine, sia dal punto di vista delle emergenze e dei disastri ambientali, in veste di capo dipartimento della protezione civile». —

 

Video del giorno

Faccia a faccia tra il direttore Massimo Giannini e Carlo Petrini sul futuro del cibo e la sostenibilità

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi