Contenuto riservato agli abbonati

Adotta un cane abbandonato e tra quelli più anziani: dal Comune un contributo di mille euro

UDINE. Il Comune cerca casa per gli ultimi nove cani che ancora aspettano un padrone. E martedì 27 luglio la giunta dovrebbe dare il via libera a un contributo di 3 euro al giorno per chi deciderà di prendersi cura di loro.

«L’idea è quella di mettere a disposizione degli incentivi all’adozione di cani anziani e problematici attualmente ricoverati nei canili di Porpetto o Rive d’Arcano.

Presso tali strutture - spiega la consigliera delegata alla Tutela e benessere degli animali, Claudia Basaldella (nella foto qui sopra con il suo Diesel, un Akita americano) - sono attualmente presenti nove cani di una certa età, prevalentemente di taglia medio grande, alcuni dei quali con problematiche fisiche e comportamentali certificate.

Elementi questi che hanno reso difficile negli anni la loro adozione. Per incoraggiare tali adozioni vogliamo incrementare il contributo giornaliero alle persone che accolgono questi animali, già riconosciuto dal Comune, per un periodo massimo di cinque anni consecutivi o fino al decesso del cane».

Il contributo potrebbe quindi arrivare a 1.095 euro all’annuo per ogni cane adottato con almeno sei anni. Chi fosse interessato può rivolgersi all’ufficio Tutela e benessere degli animali: 0432 1272931/2935 o anagrafe.canina@comune.udine.it

«Rispetto al passato - continua Basaldella - il numero di cani che vengono abbandonati è in calo grazie soprattutto al microchip e all'anagrafe canina che nella stragrande maggioranza dei casi consentono anche di riportare a casa gli animali che scappano o si perdono».

Nel 2016 nei canili convenzionati con il Comune di Udine c’erano 57 cani, 35 dei quali hanno trovato un padrone, nel 2017 40 (15 affidati), nel 2018 28 (8), nel 2019 40 (21), nel 2020 24 (10) e quest’anno, come detto, ce ne sono ancora 9.

L’anno che ha registrato più ingressi è stato il 2005 con 88 nuovi cani (57 dei quali hanno trovato casa) ma il dato era determinato anche dai sequestri effettuati dalle forze dell’ordine impegnate a contrastare il traffico illecito di animali. 

ED ECCO LE SCHEDE DI QUATTRO DEI NOVE CANI CHE SI POSSONO ADOTTARE



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Faccia a faccia tra il direttore Massimo Giannini e Carlo Petrini sul futuro del cibo e la sostenibilità

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi