Friuli sferzato dal vento: alberi sradicati, strade bloccate, allagamenti. I comuni più colpiti

UDINE. Forte ondata di maltempo, nella prima serata di martedì 27 luglio, in diversi comuni del Friuli. Le forti raffiche di vento hanno provocato diversi danni.

Alberi sradicati, strade bloccate, cassonetti e ombrelloni scaraventati a terra e anche qualche allagamento. Il telefono della centrale operativa dei pompieri ha cominciato a squillare poco dopo le 19.30.

Decine gli interventi dei vigili del fuoco a Udine e in provincia. A Udine, rami e alberi sono finiti sulla strada in via della Faula, in via Bernardinis, viale Trieste, via Napoli, via Antonio Cantore.

In via Santa Chiara parte di una tettoia in legno di una palazzina si è staccata. In viale Mirko, invece, alcuni pannelli in alluminio sono piombati sulla strada.

Grossi rami e alberi caduti sulla carreggiata anche a Majano, in via Cividale, a Pavia di Udine, sulla strada che porta a Lauzacco, in via Ermes di Colloredo, a Codroipo, a San Daniele, a Chiopris Viscone, in via Battisti, a Romans di Varmo, dove una grossa pianta è caduta sulla strada e ha interrotto la viabilità.

Disagi anche a Porpetto, in via Udine, sulla provinciale 5, a Rive d’Arcano, a Cividale, in via Purgessimo. Sempre a  Cividale, nei pressi di un locale di via Candotti, alcuni ombrelloni sono stati divelti e volati in mezzo alla strada.

A Cavalicco, nel comune di Tavagnacco, un palo del telefono, invece, ha centrato una vettura parcheggiata.

A Pradamano, un grosso albero impedisce la circolazione all’altezza della rotatoria del Bennet, non distante dal distributore di benzina.

Problemi anche in centro a Udine. Tanti ombrelloni, tavolini e sedie dei locali sono finiti in mezzo alla strada. In diversi comuni sono impegnati i volontari della Protezione civile.

Danni e disagi a Manzano, in via Trieste, per un tetto scoperchiato. A Talmassons, invece, il ramo di una pianta è finito sui fili dell'alta tensione e c'è stato un incendio.

Alberi e rami finiti sulla carreggiata anche a Pulfero, Campoformido, San Pietro al Natisone. In via Molini, a Gonars, parzialmente scoperchiato il tetto di un edificio abbandonato nei pressi dell'asilo. I lucernari in vetro resina e alcuni pannelli di eternit sono finiti nell'abitazione a fianco.

A Castions, sulla strada regionale 353, a causa delle forti raffiche di vento è caduta sulla strada parte di una recinzione. In via San Sebastiano, a Udine, un grosso albero si è appoggiato sul tetto di un edificio. Disagi anche a Gemona.

Nel tardo pomeriggio i vigili del fuoco del comando di Pordenone sono stati interessati da interventi a causa del maltempo che si è abbattuto nel territorio. Alle 20 sono stati effettuati nove interventi prevalentemente per abbattimento di alberi, alcuni dei quali sulla sede stradale: a Pordenone, Cordenons, Azzano Decimo e Porcia.

La sala operativa del Comando sta gestendo numerose chiamate.

Video del giorno

Faccia a faccia tra il direttore Massimo Giannini e Carlo Petrini sul futuro del cibo e la sostenibilità

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi