Contenuto riservato agli abbonati

Cresce nei boschi dell’Alto Friuli la pianta che provoca ustioni e danneggia l’ambiente

OVARO. Occhi puntati in Alto Friuli sulla Panace di Mantegazza una pianta caucasica invasiva e pericolosa: il contatto con la sua linfa, fuoriuscita da foglie e rami danneggiati, può creare estese ustioni sulla pelle e persino cecità (se raggiunge gli occhi).

Causa forti danni sull’ambiente e sulla biodiversità. In Fvg per la prima volta è stata segnalata un anno fa a Ovaro vicino alla chiesa di San Martino, poi a Ravascletto e ora a Chiusaforte (Patocco e Chiout Micheli).

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Studenti in piazza a Torino, scontri con la polizia

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi