Battison fa l’impossibile, ma l’Italia non va in finale: alle 11.30 friulana in pedana per il bronzo nella Sciabola

Michela Battiston (Italia) e Charlotte Lembach (Francia) 

La 23enne di Malisana di Torviscosa era riserva, sei assalti a guardare soccombere le compagne e poi la remuntada memorabile di quindici, stoccate di fila

TOKYO.  L’Italia della sciabola femminile sabato alle 11.30 si giocherà la finale per il bronzo alle Olimpiadi contro la Corea del Sud,  ma in semifinale contro la Francia un’incredibile  Michela Battiston ha regalato un esordio olimpico fenomenale di fatto da sola riaprendo una serie di assalti che sembrano chiusi.

La 23enne di Malisana era riserva, sei assalti a guardare soccombere le compagne e poi un assalto memorabile di 15, quindici, stoccate di fila. Ci sarà anche lei nella finale per il bronzo eccome se ci sarà.

Ma andiamo per ordine: Rossella Gregorio, Martina Criscio ed Irene Vecchi avevano iniziato bene l’avventura olimpica nei quarti di finale del torneo di sciabola femminile battendo la Cina, uno squadrone sconfitto sul filo di lana con la riserva Michela Battiston mai impiegata, ma che si sgolava per le compagne su piedi della pedana.

IL NOSTRO SPECIALE MULTIMEDIALE. Tokyo2020, il Friuli Venezia Giulia alle Olimpiadi: i campioni, le medaglie e una storia lunga 108 anni
 

Poi le azzurre alle 6.40 ora italiana, mezzogiorno e mezzo a Tokyo, sono tornate in pedana per affrontare la Francia, altra squadra forte, in semifinale. Partono subito bene le transalpine, che vanno avanti 10-6 dopo i primi due assalti e 15-9 dopo i primi tre.

L’Italia va sotto 30-15 e così il ct azzurro butta nella mischia (in pedana) Michela Battiston. La 23enne aviere di Malisana di Torviscosa, seguita in paese con un maxischemo e colazione per tutti, è straordinaria getta il cuore oltre l’ostacolo. A una prima stoccata la friulana ne fa seguire 14 si, 14 memorabili stoccate all’esordio olimpico per un parziale di 18-5 (comprendendo anche i colpi doppi).

LO SPECIALE. Tutte le medaglie del Friuli nella storia delle Olimpiadi
 

Un parziale che la Rai purtroppo si perde facendo infuriare le decine di persone incollate al maxi schermo in Friuli. Una rimonta da raccontare per anni, cinque minuti di tranche agonistica che resteranno comunque nella storia della scherma friulana questo è sicuro.

La sciabola è rapida, non lascia respiro, stoccate su stoccate. Rossella Gregorio al nono assalto cerca di accorciare, ma in finale ci va la Francia col punteggio di 45-39 e nonostante una miracolosa Battiston.
 

L’Italia sabato alle 11.30 dovrà giocarsi il bronzo con la Corea. Ma l’aviere di Malisana Battiston c’è eccome.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Juve-Roma, il labiale di Orsato: ''Sui rigori non si dà vantaggio, se poi li sbagliano non è colpa mia''

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi