Contenuto riservato agli abbonati

Inchiesta mense in Friuli: ritornano in libertà tre indagati

UDINE. Sono di nuovo liberi tre dei cinque indagati dell’inchiesta sui pasti serviti nelle mense scolastiche di Udine e provincia.

Il Tribunale del Riesame di Trieste ha infatti accolto la richiesta di annullamento delle misure cautelari disposte dal gip Emanuele Lazzaro per Pasquale Esposito, fondatore dell’azienda Ep con sede a Napoli finita al centro degli accertamenti del Nas di Udine, per il direttore d’area Ketty Bandiera (entrambi erano agli arresti domiciliari) e per il responsabile commerciale per il Nord Est Rocco Ruggiero a cui era stato imposto l’obbligo di dimora.

«Finalmente

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Ffp2, la prova in laboratorio: ecco come riconoscere le mascherine di qualità

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi