Contenuto riservato agli abbonati

Gli interventi per maltempo sono troppi e i vigili del fuoco non riescono ad aiutare tutti: il sindaco chiama il Soccorso alpino

La dimensione dei chicchi di grandine caduti sui vigneti

«A seguito delle numerose telefonate che stanno giungendo e sentiti i vigili del fuoco, i volontari della Protezione civile e la Prefettura ho richiesto alla Regione il dispiegamento di personale ausiliario, come ad esempio il soccorso alpino, per affiancare i vigili del fuoco negli interventi»

AZZANO DECIMO. I danni causati dal maltempo di domenica 1 agosto nel territorio comunale azzanese stanno avendo pesanti ripercussioni anche tra i soccorritori, che stanno mettendo in sicurezza le principali urgenze. A seguito di questo straordinario impegno il sindaco di Azzano Decimo, Marco Putto, ha richiesto l’intervento di personale ausiliario regionale.

«A seguito delle numerose telefonate che stanno giungendo e sentiti i vigili del fuoco, i volontari della Protezione civile e la Prefettura ho richiesto alla Regione il dispiegamento di personale ausiliario, come ad esempio il soccorso alpino, per affiancare i vigili del fuoco negli interventi – sottolinea il primo cittadino azzanese –.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Tv, Sabina Guzzanti è Berlusconi: "Mi candido come prima donna al Quirinale"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi