Addio a don Fausto Quai, parroco di Trasaghis

Originario di Susans, frazione di Majano, aveva 81 anni, 27 dei quali trascorsi in Germania dove era stato inviato dalla Curia

TRASAGHIS. È morto don Fausto Quai, parroco di Trasaghis e religioso emigrante in Germania. Don Fausto Quai è mancato domenica sera a 81 anni nella sua casa a Susans di Majano: un anno fa era stato colpito da una malattia che nonostante le cure dei parenti e dei sanitari non è riuscito a sconfiggere.

Quella di don Fausto Quai è stata una vita dedicata alla chiesa, nel corso della quale si è sempre distinto per la sua bontà e la volontà di aiutare chi aveva più bisogno. Fausto Quai era nato nel 1940 a Susans e nel 1966 era stato ordinato sacerdote dal vescovo Giuseppe Zaffonato: le sue prime esperienze di parroco le fece a Udine, in seguito a San Giorgio di Nogaro e poi a Liaris di Ovaro.

La Curia di Udine lo mandò a servire la comunità religiosa in Germania dove ha vissuto per 27 anni: tra le città in cui ha operato ci sono Rasstatt in Baden-Württemberg, Saarbrücken e Saarlouis nel Saarland. «Ci fu un momento – racconta Lisa Cagliotti, che si è presa cura di lui negli ultimi 28 anni – in cui interpellò il console di Stoccarda chiedendo una mano per potersi recare nelle carceri di Ravensburg a fare lezione ai detenuti che non avevano la terza media.

Don Fausto raccontava che faceva 90 chilometri per aiutare quelle persone: gli volevano tutti bene». Raggiunti i 60 anni, don Fausto avrebbe dovuto andare in pensione ma piuttosto che ritirarsi preferì tornare in Friuli per rimettersi a disposizione della comunità.

Tornato a casa, diede inizialmente una mano a Majano e per un breve periodo a Lignano, finché nel 2006, con l’assenso di monsignor Pietro Brollo, divenne parroco di Trasaghis. Don Fausto si diede da fare per sistemare la chiesa di Santa Margherita nel capoluogo ma servì anche le chiese di Braulins e Peonis. Uomo di cultura, era un grande lettore e amava occuparsi delle sue viti.

«La scomparsa di don Fausto – fa sapere il sindaco Stefania Pisu – ha suscitato grande commozione nella comunità: ci ha lasciato dopo aver combattuto fino all’ultimo contro la malattia ma noi vogliamo ricordarlo sorridente come in occasione del suo 80esimo compleanno che abbiamo festeggiato a febbraio 2020, a Braulins».

A farsi interprete del cordoglio nella comunità di Majano è il sindaco Raffaella Paladin. Don Fausto Quai lascia i nipoti Alessandra e Gianluca e la signora Lisa. I suoi funerali saranno celebrati mercoledì nella chiesa di Trasaghis alle 16.30: il suo corpo sarà tumulato nel cimitero di Susans. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Schiantare un aereo per i clic su YouTube, sull'ex olimpionico c'è più di un sospetto

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi