Contenuto riservato agli abbonati

In 43 rifugi del Friuli i kit salvavita grazie alle Bcc

Investiti oltre 100 milioni di euro per l’emergenza in quota tra materiale medico e formazione. Prima consegna a Cason di Lanza

UDINE. Il primo kit salvavita è già stato consegnato alla malga Cason di Lanza nel territorio comunale di Arta Terme ed entro l’estate ne saranno distribuiti altri 17 in rifugi alpini, pievi, strutture commerciali di quota e malghe del Fvg e poi altri 25 entro il 2023.

È l’avvio del progetto Comunità e montagna in sicurezza, nato dalla volontà della Regione che avrà lo scopo di aumentare la capillarità del servizio di soccorso in emergenza e raggiungere le periferie, soprattutto durante questa fase di pandemia.


«Abbiamo un sistema di emergenza a volte ingiustamente criticato.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Juve-Roma, il labiale di Orsato: ''Sui rigori non si dà vantaggio, se poi li sbagliano non è colpa mia''

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi