La Protezione civile: interventi per il maltempo in 35 centri della regione

Operativi nelle zone colpite per interventi e monitoraggio del territorio 239 volontari di Protezione civile

La Protezione civile del Friuli Venezia Giulia ha diffuso i dati relativi agli interventi per l’ondata di maltempo che ha pesantemente colpito la regione.

Dopo i diffusi temporali di lunedì pomeriggio-sera sull'area montana, dove localmente i cumulati di pioggia sono arrivati a 98 mm, con un picco orario di 82 mm ad Alesso in un'ora, dalla sera un fronte freddo ha valicato le Alpi determinando un'accentuazione dell'instabilità sulla regione, con la formazione di un intenso sistema temporalesco sulle zone occidentali, in movimento verso est. Forti temporali hanno interessato la pianura pordenonese tra le 22 e le 23 di lunedì 16 agosto quando la perturbazione ha lasciato la destra Tagliamento per portarsi sulla pianura udinese, la fascia lagunare e l'Isontino. Alle 23.30 i temporali si sono spostati in Slovenia.

Sulla pianura pordenonese sono caduti da 30 a 60 mm di pioggia, (valori inferiori più a est) localmente è grandinato; ha soffiato vento forte in prevalenza dai quadranti occidentali che nella zona di San Vito al Tagliamento ha toccato i 103 km/h, a Pordenone 83 km/h, a Pantianicco di Mereto di Tomba 97 km/h. Verso la costa, sono state registrate le raffiche più forti con circa 120 km/h tra Gorgo di Latisana e Lignano. Data la spiccata caratteristica temporalesca dell'evento localmente potrebbero esserci state raffiche di vento superiori, non registrate dalle reti di misura.

EVOLUZIONE

Sulla regione affluisce aria più secca e fresca rispetto al periodo precedente e quindi più stabile. Si prevede pertanto cielo in genere sereno o poco nuvoloso. Tempo stabile anche nei prossimi giorni.

CRITICITA’

Sono 35 i centri della regione che si sono rivolti alla Protezione civile per diverse criticità. Sono pervenute segnalazioni di caduta di alberi e ramaglie nelle località di Aquileia, Artegna, Azzano Decimo, Bicinicco, Camino al Tagliamento, Caneva, Casarsa della Delizia, Cassacco, Castelnuovo del Friuli, Cervignano, Codroipo, Cordenons, Corno di Rosazzo, Fiume Veneto, Frisanco, Latisana, Lestizza,  Magnano in Riviera, Meduno, Pasiano di Pordenone, Polcenigo, Pordenone, Pozzuolo, Pravisdomini, Premariacco, Rivignano Teor, San Giorgio di Nogaro, San Giovanni al Natisone, San Vito al Tagliamento, Sedegliano, Tarcento, Trivignano Udinese, Udine, Valvasone Arzene, Zoppola.

Venti persone sfollate per danni da maltempo ad Azzano Decimo. Allagamenti segnalati a Pasiano di Pordenone e Porcia. Scoperchiati i capannoni del circolo ippico militare a Palmanova. Nella serata di lunedì si sono verificati diffusi blackout che hanno interessato la regione soprattutto le ex province di Udine e Pordenone con 35.000 utenze disalimentate alle 23.00. Enel è intervenuta con 50 addetti e 16 gruppi elettrogeni per il ripristino dell’energia elettrica.

VOLONTARIATO

Sono stati finora operativi per interventi e monitoraggio del territorio 239 volontari di Protezione civile.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi