Contenuto riservato agli abbonati

Lo Stato del Connecticut curerà l’ambasciatore friulano Picco

Dopo l’interessamento di tanti friulani, il figlio rinuncia ai benefici della legge Bacchelli

UDINE. Si è sbloccata con una soluzione a sorpresa la delicata vicenda che negli ultimi mesi ha mobilitato il Friuli, il Governo e il mondo della politica in favore di Giandomenico Picco, 72 anni, l’ambasciatore friulano, ex diplomatico Onu, che oggi vive negli Stati Uniti ammalato e in gravi difficoltà economiche.

Sotto la fortissima pressione esercitata dall’Italia, alla fine lo Stato americano del Connecticut ha deciso di prendersi carico in maniera appropriata di Picco, che sarà assistito dal sistema sanitario locale.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Maneskin, il "moonwalk" di Damiano prima del «Saturday Night Live»

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi