Contenuto riservato agli abbonati

Si ferma il cuore mentre gioca: tredicenne salvato dai medici. Il papà: «Si è accasciato a terra, eravamo paralizzati dal terrore»

SACCOLONGO. Tragedia sfiorata su un campo di calcio. Nel pomeriggio di venerdì 3 settembre un ragazzino di 13 anni, calciatore dello Janus Nova, durante una partitella di fine allenamento della categoria Giovanissimi (primo anno) agli impianti sportivi della Montecchia di Saccolongo di via dello Sport si è improvvisamente accasciato a terra colto da arresto cardiaco: un normale pomeriggio di spensieratezza e sport di inizio stagione che in un attimo si è tramutato in un terribile incubo, con il giovane crollato a terra sotto gli occhi attoniti di tutti i presenti tra genitori, tra i quali il padre del ragazzo, allenatore, dirigenti e compagni di squadra.

Ma

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Maneskin, il "moonwalk" di Damiano prima del «Saturday Night Live»

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi