Trema la terra in Friuli, scossa di terremoto avvertita fino a Udine

Alle 11.18 la terra ha tremato: sisma di magnitudo 3.3 Nessun danno. Movimento percepito da Resia a Tarcento

VENZONE. Alle 11.18 di lunedì 6 settembre una scossa di terremoto, di magnitudo 3.3 della scala Richter, è stata avvertita nettamente in numerosi centri della pedemontana friulana, da Venzone a Gemona, da Resia a Resiutta, Buja, Tarcento, Osoppo e San Daniele, arrivando fino a Udine, dov’è stata avvertita soprattutto ai piani più alti dei condomini. Il Centro di ricerche sismologiche dell’Ogs, che gestisce la rete di monitoraggio sismico per conto della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, ha individuato l’epicentro in Val Venzonassa, a sei chilometri a est-nordest da Venzone: la profondità stimata è di 10.8 chilometri.

«Si è trattato di un evento tipico della sismicità di fondo dell’area, avvenuto in un periodo caratterizzato da scarsa sismicità a livello regionale», fanno sapere gli esperti del Centro, ricordando che gli ultimi episodi significativi rimandano allo scorso 10 agosto e all’area del Cividalese, scenario di due scosse di magnitudo 2.3 e 2.7, risalendo a ritroso nel tempo, si arriva al terremoto verificatosi il 16 gennaio 2021 a Verzegnis (magnitudo 3.2). Non sono stati rilevati danni a cose o persone, come reso noto poco dopo l’accaduto dalla Protezione civile, la cui sala operativa non ha ricevuto – al pari del numero unico delle emergenze – alcuna segnalazione o richiesta.

Ampio il raggio territoriale in cui si è avvertita la scossa, percepita anche a Lusevera, Magnano in Riviera, Artegna, Chiusaforte, Moggio Udinese. «È stata forte ed è durata 7/8 secondi: nel nostro comune l’hanno sentita tutti», testimonia il sindaco di Resia, Anna Micelli, che in quel momento si trovava in municipio. Qualcuno è sceso in strada, racconta, ma la paura è presto rientrata.

Netta percezione del terremoto anche a Resiutta, «ma nessuna chiamata ai nostri uffici», informa il primo cittadino Francesco Nesich, e i colleghi di Buja, Stefano Bergagna, e di Osoppo, Luigino Bottoni, confermano. Idem a Venzone, come documenta il vicesindaco Stefano Di Bernardo, e a San Daniele: «La vibrazione – precisa il sindaco Pietro Valent – si è avvertita soprattutto negli edifici più alti». Stessa cosa a Gemona: «Non ero in città, ma mi è stato subito riferito», racconta il sindaco Roberto Revelant, ribadendo l’assenza di segnalazioni.


 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Tonga, case a pezzi e auto accartocciate tra le palme: il video del ministro del Commercio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi