Contenuto riservato agli abbonati

Muore a 23 anni il giorno del suo compleanno, la disperazione del padre: «Il mio ultimo sms, volevo restasse a Lignano»

Dopo aver frequentato l’istituto Bearzi a Udine, il ventitreenne ha iniziato a lavorare nella ditta di riparazioni e manutenzioni del padre: “Siamo sconvolti. È un dolore che non si può nemmeno immaginare. Mio figlio era un ragazzo solare e gentile, che amava la vita”

MAJANO. Stava tornando a casa dopo aver festeggiato il compleanno a Lignano. Aveva lasciato guidare la sua Alfa Giulia all’amico Mattia. Il padre di Nicholas Giordano, Gianni, non riesce a darsi pace. «Martedì sera – racconta – io e mia moglie avevamo mandato un messaggio a Nicholas per raccomandare a lui e a Mattia di restare a dormire a Lignano.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Ffp2, la prova in laboratorio: ecco come riconoscere le mascherine di qualità

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi