Contenuto riservato agli abbonati

Furti in serie, arrestati: s’intrufolavano nelle case senza lasciare tracce

Rubavano soltanto i contanti e lasciavano i portafogli. Non danneggiavano gli infissi I carabinieri li hanno incastrati dopo pedinamenti quotidiani 

Tredici furti, dei quali cinque tentati, in abitazioni, aziende e su veicoli, commessi in tre province (Pordenone, Treviso e Venezia), fra il 7 luglio e il 2 settembre. È la lista delle accuse che ha raggiunto in carcere a Treviso due cittadini albanesi disoccupati, Nikolin Koci, 39 anni, domiciliato a Porcia e Selim Leba, 31 anni, domiciliato a Fiume Veneto.

L’operazione “Koki”, coordinata dal pm Monica Carraturo, ha visto quotidianamente impegnati i carabinieri delle stazioni di Caneva e Polcenigo e della Compagnia di Sacile in appostamenti, pedinamenti e analisi delle immagini delle telecamere.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori

Video del giorno

Halloween a tavola: afrodisiaca e antispreco, cosa c'è da sapere sulla zucca

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi