Contenuto riservato agli abbonati

Accusato di minacce dalla società che gestisce: professionista assolto

Chiuso il procedimento a carico dell’ex commercialista Barei. Il giudice monocratico: non è stata tentata estorsione

UDINE. Era stato chiamato a rispondere di tentata estorsione, ipotesi di reato che secondo l’accusa era maturata nei confronti del titolare della società per la quale doveva tenere la contabilità e le paghe dei dipendenti, oltre che redarre i bilanci 2016 e 2017.

L’ultimo capitolo del procedimento a carico di Stefano Barei, 54 anni, di Udine (ex commercialista radiato dall’Ordine nel 2015, a seguito della serie di procedimenti penali avviati nei suoi confronti) ha visto, ieri, il suo epilogo in tribunale, a Udine. Il giudice monocratico Rossella Miele lo ha assolto «per non aver commesso il fatto».

Barei – rappresentato dall’avvocato Paolo Viezzi – era stato accusato di aver minacciato, nel marzo 2017, il responsabile della società – una srl specializzata nei trasporti – da cui era stato incaricato sia della tenuta della contabilità e della redazione dei bilanci 2016 e 2017, sia di quella delle paghe dei dipendenti.

Innanzitutto prospettandogli il mancato deposito del bilancio, nel caso in cui non gli venisse pagato interamente il compenso concordato in 10 mila euro, malgrado il contratto ne prevedesse la rateizzazione pari a mille euro al mese fino al novembre 2017.

Quindi prefigurando il medesimo comportamento con i cedolini delle busta paga, qualora non gli fossero consegnati i 3 mila euro pattuiti.

Nei suoi confronti l’accusa, rappresentata dalla vpo Antonella Soldati, aveva chiesto la condanna a due anni di reclusione. «Sono emerse molte incongruità dalle affermazioni della parte offesa – spiega l’avvocato Viezzi – e, una volta lette le motivazioni, non escludo un esposto verso chi aveva denunciato il mio assistito. A mio avviso possono profilarsi i presupposti per la calunnia o la falsa testimonianza».

Tra gli episodi contestati, come riferisce il legale, vi è per esempio un incontro al quale Barei non avrebbe potuto partecipare perché impegnato all’estero, ciò dimostrato da una ricca documentazione. 


 

Video del giorno

Faccia a faccia tra il direttore Massimo Giannini e Carlo Petrini sul futuro del cibo e la sostenibilità

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi