Contenuto riservato agli abbonati

Friuli Doc con più prudenza: su 101 controlli con l’etilometro solo 3 conducenti positivi

UDINE.Tanti controlli e poche sanzioni, sintomo di un’accresciuta coscienza comune sull’importanza della sicurezza stradale.

Nel fine settimana appena trascorso, in concomitanza con Friuli Doc, la polizia stradale di Udine, alla guida del comandante Alessandro De Ruosi, ha schierato venti pattuglie, da giovedì a domenica, che, sulla base del dispositivo previsto dalla Questura, hanno effettuato posti di controllo sulle principali arterie di accesso al centro cittadino.

Sono state fermate oltre trecento tra macchine e moto e sono state controllate oltre trecentosessanta persone, centouno sottoposte alla prova del tasso alcolemico con etilometro. Solo tre persone sono state trovate in stato d’ebrezza per l’assunzione di alcolici. Per loro è scattato il ritiro della patente di guida e la denuncia all’Autorità giudiziaria.

Riscontrate altre sei violazioni al Codice della Strada, tra norme di comportamento alla guida ed inefficienze dei veicoli. «Questi dati – commenta il comandante De Ruosi – evidenziano quanto sia accresciuta la coscienza comune sul rapporto tra alcol e guida dei veicoli e anche i friulani non hanno fatto eccezione. Rassicurante poi il fatto che in molti casi alla guida vi fosse il conducente designato: l’unico sobrio della comitiva. Un fine settimana positivo dal punto di vista della sicurezza stradale, che ha dimostrato ancora una volta che ci si può divertire senza eccessi. La coscienza e il rispetto delle regole per la sicurezza comune devono sempre avere il sopravvento su rischio di porsi alla guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche, che, dopo la distrazione e insieme alla velocità, risulta una delle principali cause di incidente mortali in Italia».

Video del giorno

Faccia a faccia tra il direttore Massimo Giannini e Carlo Petrini sul futuro del cibo e la sostenibilità

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi